Aiuti concreti alla Romagna Beni di prima necessità consegnati da Anpana

I volontari hanno portato a destinazione nei giorni scorsi circa 30 quintali di aiuti concreti, destinati alle famiglie ma anche a beneficio degli animali.

Aiuti concreti alla Romagna  Beni di prima necessità  consegnati da Anpana
Aiuti concreti alla Romagna Beni di prima necessità consegnati da Anpana

Il territorio della Valdelsa non fa mancare i suoi atti di generosità nei confronti degli abitanti della Romagna colpiti, già dall’inizio di questo maggio, dai devastanti effetti del maltempo. I volontari di Anpana hanno portato a destinazione nei giorni scorsi circa trenta quintali di aiuti. Beni di prima necessità per le famiglie e soprattutto numerosi contenitori di prodotti a beneficio degli animali, visto che gli addetti dell’associazione si occupano di protezione della natura e dell’ambiente, svolgendo inoltre tanti servizi a bordo di ambulanze specifiche per i soccorsi da prestare in ambito veterinario. Mezzi attrezzati – anche un camper, un pulmino, una Fiat Panda – che hanno raggiunto direttamente dalla nostra zona le popolazioni alluvionate di Imola, Faenza, Conselice e Forlì, grazie all’impegno della colonna mobile di Anpana Toscana (che comprende le sezioni di Lucca, Siena, Livorno) su autorizzazione della Protezione civile della Toscana. "Abbiamo consegnato asciugamani puliti, stivali, giochi per bambini, come da richiesta formulataci dalle persone in seria difficoltà dei vari comuni romagnoli – si spiega da Anpana Siena – e ci siamo recati a visitare rifugi e canili in modo da effettuare la distribuzione del cibo a vantaggio degli amici a quattro zampe. Fino a strutture vigilate e a luoghi, come per esempio il palazzetto dello sport di Faenza, adibiti a centri per ospitare le famiglie sfollate a causa dei gravi danni subiti dalle abitazioni che si sono purtroppo ritrovate sott’acqua. Un sostegno per consentire alla gente di affrontare la fase di emergenza con minore disagio, sebbene restino attuali le principali criticità, come si può capire. In alcuni casi il nostro arrivo ha rappresentato un autentico toccasana, perché la furia delle acque aveva distrutto tutte le scorte di cibo per animali che era a disposizione". Anpana Siena, con i suoi volontari che operano anche nella zona della Valdelsa, è parte integrante del sistema comunale della Protezione civile di Poggibonsi, insieme con altre associazioni: Pubblica Assistenza, Misericordia e Vab Valdelsa (a sua volta presente in Romagna con una propria squadra). Tutto con il coordinamento, a Poggibonsi, da parte della Polizia municipale.

Paolo Bartalini