Castelnuovo Berardenga
Castelnuovo Berardenga

Castelnuovo Berardenga (Siena), 29 giugno 2020 - E' un Comune sempre più attento alle barriere architettoniche e alla garanzia delle pari opportunità e inclusione sociale alle persone disabili. A dimostrarlo anche la decisione assunta pochi giorni fa dal consiglio comunale castelnovino, che ha istituito la Commissione consiliare che si occuperà di disabilità e abbattimento delle barriere architettoniche rinnovando l’esperienza positiva avviata nel precedente mandato amministrativo.

“Il lavoro della Commissione consiliare per l’abbattimento delle barriere architettoniche - afferma Filippo Giannettoni, presidente del consiglio comunale di Castelnuovo Berardenga - ha consentito all’amministrazione comunale, negli anni passati, di beneficiare di risorse esterne che sono state destinate a interventi rivolti a tutta la comunità. Mi preme evidenziare che, nel momento in cui ci si riferisce alle cosiddette "politiche per la disabilità"3, non si fa riferimento a una parte marginale e residuale della cittadinanza ma ci rivolgiamo a tutti i cittadini, senza alcuna distinzione. Questo è il salto di qualità sociale e culturale che ha guidato l'operato dell'amministrazione comunale castelnovina negli anni scorsi anni e che ci accompagnerà anche nel prossimo futuro. Grazie a questi fondi e a questi obiettivi lungimiranti, sono stati ideati e realizzati progetti virtuosi che hanno ricevuto apprezzamenti e contributi da parte della Regione Toscana e di altri soggetti pubblici e privati, permettendo la riqualificazione del parcheggio di via della Vigna e della zona del Pratone, nel capoluogo; il miglioramento della viabilità delle frazioni di Casetta e Ponte a Bozzone e la nuova area a verde attrezzato che sta nascendo nella zona antistante la Rsa Villa Chigi”.

Sulla base di queste precedenti esperienze, nasce adesso la Commissione Consiliare per l'abbattimento delle barriere architettoniche. "L'obiettivo - conclude Giannettoni - è quello di portare avanti, insieme agli uffici comunali, altri interventi volti a rendere il nostro territorio sempre più aperto, solidale e accessibile a tutti, senza differenze. La proposta è stata approvata all’unanimità dai tre gruppi consiliari presenti in consiglio comunale, che saranno rappresentati nella Commissione".