Nonostante cartelli e controlli. Camion lungo la strada vietata. Il sindaco li fa tornare indietro

Via Emanueli è chiusa al traffico pesante da quando esiste la nuova viabilità della zona industriale. Ma ancora oggi c’è chi non rispetta lo stop, i residenti ne pagano le conseguenze e protestano.

Nonostante cartelli e controlli. Camion lungo la strada vietata. Il sindaco li fa tornare indietro
Nonostante cartelli e controlli. Camion lungo la strada vietata. Il sindaco li fa tornare indietro

L’inghippo sta nel nome della strada, via Bertarelli e non via alternativa a via Emanueli o via Nuova Emanueli come ancora in tanti la chiamano, cadendo in errore. A Piano di Valeriano il Comune di Vezzano con uno sforzo economico notevole, in compartecipazione alle aziende della zona industriale, per un totale di 400mila euro, dopo aver raccolto nel tempo le lamentele degli abitanti di Via Emanueli, aveva fatto costruire una via camionabile per liberare la strada, appunto via Emanueli, dalla morsa continua del traffico pesante diretto all’area industriale. Un’infrastruttura nuova, nello stesso quartiere, ma spostata rispetto alle abitazioni, voluta da tutti, e che aveva messo tutti in pace: i mezzi destinati all’area industriale che avevano una strada preferenziale, i residenti che non dovevano più fare i conti con i camion che passavano rasenti alle abitazioni. Ma gli abitanti, dopo un periodo di tranquillità, hanno notato che alcuni mezzi continuano a transitare per via Emanueli, nonostante ci sia una strada edificata per loro e i tre cartelli di segnaletica con i divieti di transito. E chiedono anche la variazione degli indirizzi delle aziende che attualmente nello stradario risultano ancora in via Emanueli mentre sono nella nuova strada.

"Personalmente ho fatto tornare indietro, quando possibile la manovra, alcuni mezzi che avevano imboccato via Emanueli – ha detto il sindaco Massimo Bertoni che risiede proprio nella strada di cui si sta parlando – ma se su google maps scrivono via nuova Emanueli non la troveranno mai e continueranno a percorrere la strada sbagliata invece di quella che abbiamo costruito". Due anni fa infatti la strada edificata ex novo, chiamata fino ad allora semplicemente via Nuova Emanueli, in attesa di essere ‘battezzata, e venne intitolata alla memoria di un giovane del luogo rimasto vittima di un incidente e venne quindi denominata Via Bertarelli.

Sia in quella occasione che successivamente il sindaco Bertoni aveva inviato mail a tutte le aziende che operano nella zona industriale di Piano di Valeriano invitandoli a far rispettare ai mezzi la toponomastica. "Ma anche se uno non avesse informazioni del nome della strada – prosegue Bertoni – ci sono ben tre cartelli che inibiscono il transito su via Emanueli. Cosa possiamo fare di più? Mettere un quarto cartello mi sembra inutile. Anche rispetto alla vigilanza, i nostri agenti vi passano due tre volte la settimana per fare i controlli. Non sempre possono essere presenti". Per Piano di Valeriano è stato fatto molto, prosegue il primo cittadino: "Non ci dimentichiamo com’era dieci anni fa" elencando anche il parco che è stato costruito, fiore all’occhiello del territorio.

Cristina Guala