Infortunio in un cantiere edile: travolto da una trave di ferro, ferito operaio

L’uomo è stato trasportato al Sant’Andrea in codice rosso. A dare l’allarme sono stati i colleghi con i quali lavorava alla realizzazione di un capannone artigianale

Un mezzo e un volontario della Pubblica assistenza di Luni in una immagine di archivio
Un mezzo e un volontario della Pubblica assistenza di Luni in una immagine di archivio

Castelnuovo Magra, 3 novembre 2023 – La giornata di lavoro è decisamente iniziata nella maniera sbagliata per un operaio cinquantenne investito da una trave di ferro.

Per fortuna non è in pericolo di vita ma le sue condizioni sono comunque molto serie ed è stato ricoverato all’ospedale Sant’Andrea della Spezia dove è stato trasportato dalla Pubblica Assistenza di Luni. L’incidente è accaduto ieri mattina in via Borgolo, nella zona sottoferrovia di Castelnuovo Magra, in un cantiere per la realizzazione di un capannone artigianale.

L’uomo, A.F. del 1972 residente a Pian di Follo, aveva da poco iniziato il turno e mentre stava sistemando una trave per cause da accertare è stato travolto e gettato a terra. Immediatamente i colleghi sono intervenuti per liberarlo dal peso evitando, nonostante il comprensibile spavento, ulteriori situazioni di pericolo. Hanno avviato la macchina dei soccorsi e sul posto sono arrivati i mezzi della Pa di Luni e Delta 2 del 118 con medico a bordo. Il lavoratore, che non ha perso mai conoscenza, è stato medicato sul posto per le ferite riportate e immobilizzato con il collare cervicale e la lettiga per scongiurare problemi alla spina dorsale. Lamentava forti dolori agli arti superiori e inferiori e viste le condizioni è stata aperta la shock room del Sant’Andrea dove è stato trasportato in codice rosso.

Le sue condizioni sono ritenute serie da parte dei sanitari anche se fortunatamente meno gravi rispetto all’iniziale spavento. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i carabinieri della stazione di Castelnuovo e il personale dell’ufficio sicurezza negli ambienti di lavoro dell’azienda sanitaria Asl 5 della Spezia per ricostruire attraverso anche le testimonianze fornite dai colleghi la dinamica dell’infortunio e stabilire se siano state rispettate tutte le procedure obbligatorie di sicurezza nell’eseguire l’intervento che poteva costare davvero molto caro all’operaio cinquantenne.

Massimo Merluzzi