Il bookcrossing nel Borgo: "Dà valore al territorio"

Un successo lo scaffale ’Prendi un libro metti un libro’ sotto una volta in pietra. La speranza è poter allargare l’iniziativa a cui partecipano anche i turisti.

Il bookcrossing nel Borgo: "Dà valore al territorio"
Il bookcrossing nel Borgo: "Dà valore al territorio"

Il bookcrossing sbarca nel rione Borgo di Vezzano. Una piccola libreria dove lasciare o prendere un libro gratuitamente da ieri si trova sotto una volta di pietra all’accesso del rione storico dove è stato affisso un grazioso mobiletto pitturato di verde e con illuminazione interna che indica che lì c’è una libreria gratuita per tutti. L’iniziativa è partita da un’idea di Chiara Carella, abitante del Borgo e persona molto attiva nel volontariato, dal cui impulso è scaturita tra tutti gli abitanti del rione una corsa alla raccolta dei libri e una colletta di fondi per allestire la piccola ‘biblioteca’, sostenuta anche dal Comune che ha appoggiato l’iniziativa e ha fornito il legno per costruire il mobiletto.

"Un’iniziativa a cui ho tenuto tanto – spiega Carella che è caporiona del Borgo nella storica sagra dell’uva –, mi sembrava una cosa carina, ha aggiunto valore al territorio. Tutti ne sono stati contenti e il Comune ha contribuito fornendoci il materiale. Dal momento in cui l’ho proposta è cominciato il passaparola per la caccia dei libri". E da ieri, il grazioso mobiletto, costruito da un abitante del Borgo, decorato a tema biblioteca, con disegni e la scritta ’Prendi un libro e metti un libro’ è stata inaugurato la mattina con tutta la giunta comunale e gli abitanti che hanno voluto partecipare, accoglie già molti libri da poter leggere e nuovamente riporre perché altri possano usufruirne di nuovo: dai gialli ai romanzi d’avventura, ai testi per i bambini e non mancano anche volumi in lingua straniera, perlopiù inglese e tedesco visto che d’estate a Vezzano giungono molti turisti, la maggior parte proprio di lingua tedesca.

L’idea, appunto nata nel Borgo, sarà sicuramente seguita anche dagli altri rioni, che potranno allestire angoli per il bookcrossing su panchine, sotto altre volte, negli angoli più suggestivi di Vezzano, dove spesso le persone fanno lunghe passeggiate e possono fermarsi a riposare leggendo un libro. La libreria del rione Borgo è libera, non ci sono chiavi per aprire le ante del mobiletto, quindi accessibile a tutti quando vogliano prendere o riporre un libro che al momento sono una ventina, tre volumi sono di narrativa per bambini. "Chiunque abbia piacere può passare e lasciare un libro" ha spiegato Carella, che conta di implementare la biblioteca che ha ancora molto spazio a disposizione da riempire.

Cristina Guala