Emilio Iacopi e ’Vezzano nel cuore’: "Da sempre contro il biodigestore. Dobbiamo incentivare il turismo"

Nel programma anche un centro sportivo per i giovani e impedire che il paese diventi un dormitorio .

Emilio Iacopi e ’Vezzano nel cuore’: "Da sempre contro il biodigestore. Dobbiamo incentivare il turismo"

Emilio Iacopi e ’Vezzano nel cuore’: "Da sempre contro il biodigestore. Dobbiamo incentivare il turismo"

"Sono pensionato non ho bisogno dello stipendio da sindaco, se sarò eletto lo devolverò alle associazioni di volontariato del territorio". Fa una promessa eclatante Emilio Iacopi candidato a sindaco di “Vezzano nel cuore” alle prossime amministrative a Vezzano. Un territorio che conosce, essendo stato comandante di stazione dei carabinieri e per il quale nutre molti progetti se dovesse ricoprire il ruolo di primo cittadino: "Voglio precisare che la nostra è una lista civica, e non siamo contro nessuno come stanno dicendo invece anche sui social".

Iacopi ha presentato la sua squadra e i suoi programmi anticipando quale sarà la sua posizione nei confronti dei temi scottanti del comprensorio, un passaggio dovuto sul biodigestore: "La mia posizione era già stata chiara in passato. In quel territorio dove dovrebbe sorgere il biodigestore sono state censite 43 discariche, sono contrario e l’ho sempre espresso, la massa di rifiuti diventerebbe troppo imponente, cercheremo subito di capire cosa potremmo fare, senza contare anche la presenza delle falde acquifere". Sicurezza, trasparenza sono gli obiettivi del programma di Iacopi: "Per i giovani un centro sportivo che non c’è – precisa Iacopi – e soprattutto reperire risorse, quelle che l’Europa mette a disposizione ogni anno. Impedire che Vezzano diventi a tutti gli effetti un dormitorio, incentivando il turismo e riqualificando i borghi".

Nel programma di Iacopi, la creazione e il reclutamento di Ispettori ambientali volontari al fine di rafforzare, prevenire e combattere il fenomeno dell’abbandono rifiuti, anche promuovendo eventi importanti e coinvolgenti, sullo stile di Puliamo il Mondo, il Bosco in Città o la Fattoria in Città. Un punto del programma parla di interventi di potatura delle zone boschive lasciate incolte che potrebbero creare fonte di rischio in caso di smottamenti o forti piogge per ridurre il rischio di danni. "Necessità di promozione del territorio" prosegue Iacopi, che prospetta la creazione e valorizzazione di un mercato rionale con prodotti zonali. Corse di trasporto pubblico la domenica e il rafforzamento della linea 11. inoltre l’attivazione del tavolo delle frazioni.

I candidati alla carica di consigliere nella lista che sostiene Iacopi sono: Federica Ferro, Sebastiano Demarco, Cristian Pietrini, Maria Repetti, Matilde De Gaetano, Sergio Landolfi, Paolo Minchella, Picciolo Adelma, Beatrice Franceschini, Giorgia Isabella Baldassini, Stefania Montosi e Diego Campodonico.

A Vezzano la sfida sarà tra tre candidati sindaci. Oltre a Emilio Iacopi, che è già stato consigliere comunale della Lega a Sarzana, sono in campo Massimo Bertoni, sindaco uscente appoggiato dalla coalizione di centrosinistra con la lista “Vezzano Democratica”, e Jacopo Ruggia, negli ultimi cinque anni capogruppo della Lega a Vezzano, candidato per la lista di centrodestra “Vezzano con Ruggia sindaco”.

Cristina Guala