L’anziano alla cassa del supermercato, i soldi che mancano e quel gesto che scalda il cuore

Il racconto di un nostro lettore. “Vorrei dire grazie a quel giovane”

La cassa di un supermercato

La cassiera di una grande catena commerciale (foto d’archivio)

Prato, 3 marzo 2024 – E’ un nostro lettore a raccontarci di un gesto semplice eppure – soprattutto di questi tempi pieni di indifferenza ed egoismo – affatto scontato, avvenuto sabato sera intorno alle 19 al supermercato Esselunga di viale Galilei a Prato.

"Io e altre persone – ci scrive Lorenzo – abbiamo assistito a una cosa bellissima. Ero alle casse automatiche quando ho notato che un signore di una certa età era a una cassa dove poi si è avvicinata la commessa per aiutarlo, in pratica non aveva abbastanza soldi per pagare e doveva lasciare diversi articoli, peraltro si trattava di merce non certo superflua, ma direi quasi di prima necessità. Al che una persona, un giovane a una cassa vicina, ha fermato la commessa e le ha detto che quel che mancava lo avrebbe messo lui. Lo ha fatto con molto tatto ed educazione verso l'anziano che lo ha guardato con un senso di gratitudine bellissimo, gli ha detto ‘grazie’, ma un ‘grazie’ vero”.

Il nostro lettore conclude così: "Beh, io,come penso ai molti che hanno assistito alla scena, vorrei dire un grazie immenso, di cuore, a questo giovane e penso che la sera a cena siamo tornati tutti felici di aver visto un gesto di così semplice umanità”.