Istruttrice abusiva di scuola guida. Scoperta e multata per 12mila euro

La Polizia provinciale di Prato ha scoperto un'istruttrice abusiva in una scuola guida locale, sanzionata per mancanza di abilitazione. L'operazione mira a proteggere cittadini e autoscuole regolari.

Istruttrice abusiva di scuola guida. Scoperta e multata per 12mila euro

Istruttrice abusiva di scuola guida. Scoperta e multata per 12mila euro

Un nuovo colpo all’attività illegale è stato messo a segno nei giorni scorsi dalla Polizia provinciale di Prato che, oltre alla tutela degli animali e al controllo ambientale, si occupa di Codice della strada.

Il Comando ha eseguito delle verifiche sulle attività di una scuola guida, che opera sul territorio. Gli agenti, durante un normale controllo in strada, hanno scoperto una istruttrice abusiva mentre, a bordo di un’auto di una nota autoscuola della provincia pratese, stava impartendo una lezione

pratica di guida senza aver conseguito l’abilitazione. Dalle verifiche, infatti, è risultato che la donna italiana risultata priva della regolare abilitazione rilasciata dalla Motorizzazione e dalla Provincia di Prato.

L’istruttrice stava preparando un allievo, anch’esso italiano e regolarmente iscritto all’autoscuola, per l’esame di guida, senza dunque possedere il titolo autorizzativo necessario. All’istruttore abusivo e al rappresentante legale dell’autoscuola è stata applicata una sanzione amministrativa per circa 12mila euro. Il comandante Michele Pellegrini ha sottolineato l’importanza del costante impegno della Polizia provinciale su più fronti, dall’ambiente alla sicurezza stradale. "Questa operazione ha permesso di prevenire ulteriori truffe a danno dei cittadini e delle autoscuole regolarmente autorizzate, tutelando l’integrità del nostro territorio", ha sottolineato.

"Desidero ringraziare il comandante e tutto il corpo di Polizia provinciale per l’eccezionale lavoro svolto, per la loro professionalità e dedizione – ha dichiarato il presidente della Provincia di Prato, Simone Calamai – Continueremo a supportare e rafforzare le attività di controllo e tutela per garantire un territorio sicuro e rispettoso delle leggi".