Prato, 2 giugno 2018 - Circa 500 persone hanno partecipato oggi pomeriggio ai funerali di Elisa Amato, la trentenne pratese uccisa una settimana fa dall'ex fidanzato Federico Zini, che poi si è suicidato. In molti hanno dovuto seguire fuori dalla chiesa stracolma, San Pietro a Galciana, le esequie.

Il feretro di Elisa è stato trasportato dai volontari della Pubblica Assistenza, associazione di cui lei aveva fatto parte. Le messa è stata celebrata dal vescovo di Prato Franco Agostinelli assieme al parroco don Luca Rosati. «Che il Signore vi dia il coraggio per aver pietà di chi ha causato questa tragedia», ha detto il vescovo Agostinelli rivolgendosi ai genitori di Elisa Amato.

Al termine della cerimonia lo stesso vescovo ha accompagnato la salma all'esterno della chiesa dove sono stati liberati in aria decine di palloncini colorati sulle note di 'Ironic', canzone di Alanis Morissette, che Elisa amava. Notevoli la commozione e il dolore fra i parenti e i conoscenti che hanno partecipato alle esequie. L'omicidio di Elisa ha suscitato una forte emozione che a distanza di giorni sta ancora colpendo il quartiere dove viveva.

Nel frattempo, a San Miniato, veniva celebrato il funerale dell'omicida, Federico Zini. Il padre, Maurizio, ha chiesto di nuovo perdono alla famiglia.

ECCO CHI ERANO I RAGAZZI MORTI