Screening a Prato (Foto Attalmi)
Screening a Prato (Foto Attalmi)

Prato, 19 settembre 2020 - Una sessione di test anti-coronavirus con tamponi per tranquillizzare la comunità cinese di Prato, dopo che diversi cittadini orientali sono rimasti contagiati da coronavirus. Lo screening è stato organizzato dalla comunità cinese insieme ai consiglieri comunali Marco Wong e Rosanna Sciumbata ed è previsto per la mattina di domenica a un gazebo.

Si tratta di tamponi privati, che avranno un costo di 86 euro ciascuno. Il gazebo sarà sistemato nel cuore di Chinatown (sono 20mila i cittadini cinesi su una popolazione di 200mila persone) tra via Castagnoli e via Pistoiese. Sono circa 150 i tamponi a disposizione e lo screening dovrebbe ripetersi martedì. 

Attraverso il social We Chat, il più in voga tra i cinesi della città, in molti si sono già prenotati. «Un'azione che abbiamo potuto mettere in campo con la collaborazione della Croce Rossa e del centro Diagnosys» , spiega Wong. Sciumbata, che è anche vicepresidente dell'ordine dei medici, ha sottolineato che si tratta di «un'attività di prevenzione per tranquillizzare la comunità». Il tampone costerà 86 euro e lo screening sarà ripetuto martedì pomeriggio e in altre date da definire.