Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
7 mag 2022

Prato, il ballo negato alle coppie gay: anche il ministro chiede spiegazioni

Bianchi scrive al Cicognini per avere chiarimenti su quanto successo. La dirigente scolastica: 'Proverò ad accelerare l’iter per cambiare il regolamento"

7 mag 2022
wef
E' polemica intorno al ballo della scuola del Cicognini
wef
E' polemica intorno al ballo della scuola del Cicognini

Prato, 8 maggio 2022 -  ll ballo delle debuttanti del Convitto Cicognini diventa un caso nazionale e arriva all’attenzione del ministero dell’istruzione che ieri ha contatto la dirigente Giovanna Nunziata. Il ministro Patrizio Bianchi ha chiesto una relazione dettagliata dell’accaduto per ricostruire come la scuola abbia agito in questa circostanza. Un intervento che potrebbe portare, anche piuttosto velocemente, all’approvazione di un nuovo regolamento che apra la manifestazione alle coppie omosessuali. La dirigente del Convitto, Giovanna Nunziata, si era detta subito disponibile a cambiare le regole del ballo che fonda le proprie origini in una tradizione centenaria, formalizzata dal cdadella scuola, organo di nomina ministeriale che supervisiona quanto avviene all’interno del collegio.  «Il gabinetto del ministero chiede di sapre sapere come io abbia proceduto», spiega Nunziata. «Ora convocherò il collegio dei docenti, il consiglio di amministrazione e il commissario straordinario per le delibere con l’impegno di accelerare quanto più possibile l’iter». A seguito dell’intervento del governo è possibile che le lungaggini burocratiche - che finora avevanofatto pensare alla possibilità di modificare il regolamento solo in vista del prossimo anno scolastico - lascino spazio ad una più rapida conclusione della vicenda. L’obiettivo è a questo punto quello di arrivare in tempo all’appuntamento del 18 giugno con un nuovo regolamento che possa accogliere le coppie formate anche da studenti dello stesso sesso. È quanto chiede anche il deputato di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, che sul tema ha presentato un’interrogazione parlamentare. «La scuola è inclusione e non discriminazione», dice il vicepresidente della commissione cultura di Montecitorio. «Dato che il ballo si terrà il 18 giugno, spero che il ministro Patrizio Bianchi intervenga. L’ottusità burocratica non può diventare la cifra dominante della vita scolastica». Il ballo delle debuttanti, tradizione con damigelle in abito lungo e giovanotti in completo scuro, ha sempre riscosso molto apprezzamento tra gli ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?