Una sedia gigante sulla nuova rotatoria. Il taglio del nastro

Inaugurata a Ponsacco la nuova rotatoria di piazza d’Appiano con al centro l'opera "Riflessi 2017" di Stefano Gemignani, simbolo dell'artigianato locale. Il restyling fa parte del recupero del centro storico, con interventi artistici che valorizzano l'identità della cittadina.

PONSACCO

Una grande sedia per accogliere chi da Pontedera entra nel centro di Ponsacco. È stata inaugurata ieri pomeriggio la nuova rotatoria di piazza d’Appiano che ospita al centro l’opera dal titolo Riflessi 2017 realizzata dall’artista ponsacchino Stefano Gemignani. La rotatoria, invece, è stata ridisegnata dall’architetto Bellarmino Bellucci. Una sedia che vuole essere un simbolo e un omaggio al mobile e al sapere artigiano, caratteristiche identitarie da sempre della cittadina di Ponsacco. Un oggetto di uso comune ma che inserito nel contesto di un incrocio e realizzato in una dimensione molto più grande rispetto al normale diventa eccezionale, emblematico. L’opera di restyling fa parte del progetto di recupero del centro storico iniziato qualche anno fa e che comprende, oltre al rifacimento di piazza della Repubblica in fase di completamento, anche la riqualificazione di corso Matteotti. Nel tempo sono stati numerosi gli interventi artistici che hanno visto coinvolti autori del territorio. Come l’Orso dei sogni posto sull’ingresso opposto del centro, alla fine del ponte sul fiume Cascina. Questa mattina sarà svelata una nuova opera: un telo di Simone Cioni sulla facciata del palazzo del consiglio comunale.