Rinforzi ai pronto soccorso. Cinque neo-assunti al Lotti. Aiuteranno anche Volterra

Entreranno in servizio dal primo agosto per far fronte alla carenza estiva. Conti: "Nuove unità operative per pazienti con patologie urgenti e più gravi".

Rinforzi ai pronto soccorso. Cinque neo-assunti al Lotti. Aiuteranno anche Volterra

Rinforzi ai pronto soccorso. Cinque neo-assunti al Lotti. Aiuteranno anche Volterra

PONTEDERA

Dal primo agosto il pronto soccorso di Pontedera avrà cinque nuovi medici. E, grazie alla rete integrata del dipartimento, il Lotti completerà l’assistenza al pronto soccorso di Volterra. L’arrivo dei rinforzi nelle strutture dell’Asl Toscana nord ovest, per far fronte alla ormai nota carenza di personale medico di emergenza urgenza, è possibile grazie a un importante lavoro di squadra a livello aziendale e di concerto con la Regione Toscana, che ha dato via libera all’utilizzo della graduatoria.

In totale, in vari pronto soccorso degli ospedali dell’Asl Toscana nord ovest, saranno venticinque i nuovi medici che entreranno in servizio dal primo agosto. Questa ulteriore infornata di camici bianchi segue la stabilizzazione con assunzione di 20 medici specialisti convenzionati che da mesi sono già tutti al lavoro in varie sedi).

"Grazie all’interessamento diretto della direttrice generale Maria Letizia Casani e della direzione aziendale, all’autorizzazione delle acquisizioni di personale da parte della Regione Toscana e al coordinamento dal punto di vista gestionale del nostro dipartimento – spiega il direttore del dipartimento di Emergenza urgenza, area critica e blocco operatorio Alberto Conti – siamo arrivati a questo primo importante risultato, con l’assunzione dal concorso di medicina d’urgenza di 25 specializzandi, che andranno a rafforzare e potenziare tutte le strutture di pronto soccorso per il periodo estivo, ma anche per i prossimi anni. Gli specializzandi verranno assunti secondo le disposizioni del cosiddetto decreto Calabria. Nella scelta delle sedi di lavoro abbiamo ovviamente dovuto tener conto delle richieste preliminari dei medici, ma contestualmente abbiamo attuato una strategia in grado di supportare i pronto soccorso più in difficoltà e i pronto soccorso cosiddetti ’periferici’, con modalità organizzative che permetteranno di far ruotare i nuovi medici su più sedi".

A Pontedera il numero maggiore di nuovi dottori dopo Livorno (che ne avrà 7). "Nell’ambito dell’emergenza-urgenza – prosegue Conti – vengono anche applicati nuovi modelli organizzativi, attivati già nei mesi scorsi di fronte alla grande crisi di personale medico formato e specializzato in medicina d’accettazione e d’urgenza. Sono state istituite unità operative semplici in affiancamento alle altrettante unità operative complesse. Tra queste anche quella del Lotti. Si tratta di strutture con a capo un professionista specializzato, giovane ed esperto in medicina d’urgenza, che saranno unità funzionali trasversali a tutta l’organizzazione del pronto soccorso, con compiti di diagnostica e assistenza dei pazienti che si presentano in pronto soccorso con patologie urgenti e di gravità maggiore".