BRAVISSIMI Alcuni volontari dell’associazione Gulli mentre sistemano un computer
BRAVISSIMI Alcuni volontari dell’associazione Gulli mentre sistemano un computer

Pontedera, 21 novembre 2015 - L'appello del dirigente scolastico Luca Pierini ha trovato ascolto. La scuola media di Fornacette Salvatore Quasimodo riavrà i suoi computer. È di qualche giorno fa la notizia del furto degli 11 portatili utilizzati per il registro elettronico e come supporto alla didattica. Poi c’è stato l’appello del preside alla cittadinanza per donare alla scuola il materiale informatico. Giovedì sera la proposta di un’associazione di Livorno: il G.u.l.l.i, gruppo utenti, linux di Livorno.

«Uno dei pc era stato comprato direttamente dal nostro insegnante di sostegno – racconta il preside – come supporto per la didattica. Ho visto velocemente la risposta al mio appello arrivata da Livorno. Siamo contenti, e poi il software Linux offre una doppia opportunità per i ragazzi». Oltre a riavere i loro pc i ragazzi potrebbero infatti imparare ad utilizzare un sistema operativo libero, che ha alle spalle una vera e propria filosofia digitale. Il G.u.l.l.i. è un gruppo formato da persone liberamente costituite, che svolgono la loro attività prevalentemente su base volontaria e che osservano i principi del Software Libero, impegnate nel diffondere l’utilizzo di Linux come sistema operativo per Personal Computer, Server e altri apparati. Si tratta di un’associazione nata nel 2004 impegnata nella diffusione dell’impiego di Linux al maggior numero di utenti, in modo da farlo diventare uno standard. «Tra il nostro personale – aggiunge Pierini – c’è l’insegnante di tecnologia che conosce l’ambiente Linux, ma accettiamo volentieri anche dei corsi di formazione. Se non ho ancora risposto all’offerta è soltanto per il poco tempo avuto a disposizione oggi (ieri per chi legge ndr) ma rimedierò quanto prima». L’associazione non è nuova a impegni in ambito scolastico «abbiamo realizzato delle lavagne interattive a basso costo e in più i pc che vogliamo portare a Calcinaia avranno tutti un pacchetto ad hoc per la didattica – raccontano da G.u.l.l.i.». Insomma un lieto fine all’insegna della diffusione della conoscenza, in pieno stile Linux