Ragatzu firma per il Pontedera: "Lo faccio anche per mia figlia"

Il fantasista è ufficialmente un calciatore dei granata "Qui per restare ad alti livelli ancora per qualche anno".

Ragatzu firma per il Pontedera: "Lo faccio anche per mia figlia"

Ragatzu firma per il Pontedera: "Lo faccio anche per mia figlia"

C’è la firma. Come previsto, da ieri Daniele Ragatzu è ufficialmente un calciatore del Pontedera. L’attaccante classe 1991 ha raggiunto l’accordo con il club granata, che ha così messo a segno un colpo sensazionale assicurandosi uno dei dieci top player della Serie C. L’accordo avrà durata un anno con opzione per il secondo. Ora, alla stretta di mano, è seguita la firma. "Sono felice di essere qui – sono state le prime parole di Ragatzu granata - perché Pontedera per me è una sfida stimolante. La società punta molto sui giovani e noi...vecchi abbiamo una responsabilità importante. Per altro conosco bene mister Agostini, dai tempi del settore giovanile del Cagliari, e anche diversi nuovi compagni, che ho incontrato tante volte da avversari".

"Adesso – ha concluso il fantasista - voglio dimostrare il mio valore anche a Pontedera, con lavoro, impegno ed umiltà. E invio un grande saluto ai tifosi granata: ci vediamo allo stadio e sono sicuro che ci divertiremo!". Ragatzu torna a giocare in terraferma dopo 7 anni passati nella "sua" Sardegna (è nato a Cagliari, ndr), precisamente ad Olbia, città dove in una lettera rivolta a squadra, tifosi, ed ex compagni e scritta poco prima di firmare per il Pontedera, dichiara di voler tornare una volta appese le scarpette al chiodo. "Faccio fatica – si era espresso – a trovare le parole giuste per trasmettere il sentimento che mi lega alla squadra dell’Olbia e alla città. Provo a sintetizzare tutto attraverso una parola: grazie. Qui ho trascorso sette anni della mia vita personale e professionale che non cancellerò mai dal mio cuore. Aver realizzato con la maglia dell’Olbia novanta gol e cinquanta assist, mi gratificano personalmente e lasciano nel mio cuore un sentimento di grande soddisfazione. Ho pensato spesso a questo mio passo, ma alla soglia dei 33 anni, preso atto del clima di incertezza che regna nella società, ho deciso di trovare una sistemazione in un club (il Pontedera, ndr) che mi possa permettere di giocare ancora qualche anno a certi livelli. Lo faccio per mia figlia Vittoria e per mia moglie Nina. A Olbia vorrei stabilirmi quando arriverà il momento di appendere le classiche scarpette al chiodo".

Per il Pontedera quello di Daniele Ragatzu è il primo nome nuovo della rosa 2024-25, ma forse già oggi potrebbero aggiungersene altri. Si attendono infatti le firme anche del centrocampista over Kenneth van Ransbeeck, svincolatosi dal Legnago, e degli under Simone Calvani (portiere) e Alessio Sarpa (centrocampista) in prestito dalla Primavera del Genoa.

Stefano Lemmi