La polizia municipale ha intensificato i controlli nei giorni di festa
La polizia municipale ha intensificato i controlli nei giorni di festa

Pontedera, 7 aprile 2021 - Due esercizi commerciali multati e chiusi, rispettivamente per uno e tre giorni, nella zona della stazione e uno a La Borra, con provvedimento di chiusura per cinque giorni, oltre alla sanzione, perché recidivo. Incremento dei controlli nei giorni di Pasqua da parte degli agenti della polizia locale dell’Unione Valdera-comando territoriale di Pontedera, insieme ai poliziotti del commissariato cittadino di piazza Trieste. Monitorati costantemente parchi e giardini pubblici, varie zone dove sono soliti incontrarsi cittadini, come ad esempio il campetto da calcetto dietro la Coop di via Brigate Partigiane e da mesi oggetto di numerose segnalazioni per la presenza di giovani che giocano a pallone senza rispettare le regole anti-Covid. I controlli sono stati intensificati nei giorni di Pasqua e pasquetta. Il comandante della polizia locale, commissario Daniele Campani, ha messo in campo un dispositivo di più pattuglie per cercare di monitorare un più ampio territorio possibile. Sono stati decine anche gli interventi per raccomandare alle persone il corretto utilizzo della mascherina o per il distanziamento.

I controlli sono avvenuti principalmente nelle zone di maggior assembramento, parchi e stazione ferroviaria in particolar modo. La zona della stazione, soprattutto, è stata monitorata e controllata ripetutamente. Durante questi controlli, il giorno di Pasquetta, sono state sanzionate e chiuse due attività gestite da cittadini di origine straniera. Si tratta di una macelleria in via Pisana e di un negozio nella zona del Palazzo Rota. I titolari, che non sapevano o non hanno voluto rispettare l’ordinanza del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani sulle chiusure di tutti i negozi per Pasqua e pasquetta (comunque colpevoli in entrambi i casi) hanno aperto ugualmente le attività e per questo sono stati multati di 400 euro con provvedimento di chiusura con tanto di ordinanza affissa alla porta di ingresso. Lo stesso è successo a un bar a La Borra che è stato trovato aperto, con i clienti all’interno, per la terza volta. Sono scattati un’altra sanzione da 400 euro e il provvedimento di chiusura, questa volta per cinque giorni, vista la recidiva della stessa contravvenzione agli obblighi previsti dalle regole vigenti per il contrasto alla pandemia da Covid 19. Multati, sempre di 400 euro, anche i due clienti trovati nel locale mentre stavano consumando in orario di chiusura e in divieto per la zona rossa.

g.n.