Ruba furgone dell’Asl, ladro inseguito per 50 chilometri sulla Fi-Pi-Li

Il furto a Santa Luce, poi l’uomo è stato fermato a Santa Croce

Ruba furgone dell'Asl, inseguito e bloccato dai carabinieri

Ruba furgone dell'Asl, inseguito e bloccato dai carabinieri.

Santa Croce (Pisa), 17 febbraio 2024 – Dai campi di lavanda alle concerie. Sono quasi cinquanta i chilometri che separano il piccolo comune sulle colline pisane che guardano il mare alla cittadina de cuoio e delle pelli. E ieri pomeriggio tardi un ladro li ha percorsi tutti, uno dietro l’altro, dopo aver rubato un furgoncino dell’Asl Toscana nord ovest. Bianco. Con le scritte grosse sulle fiancate. Chissà cosa voleva fare e dove voleva andare. Cosa voleva fare non si sa. Dove voleva andare, invece, è chiaro. Voleva arrivare a casa sua, a Santa Croce, e forse nascondere il veicolo per poi ripulirlo dalle scritte e rivenderlo. Ma non è finita così. Le fioriere che il Comune di Santa Croce ha piazzato in mezzo al corso Mazzini per evitare le scorribande di chi corre in auto (e, a questo punto, anche di chi ruba i furgoncini dell’Asl) hanno bloccato il ladro che è s’è trovato le pattuglie dei carabinieri davanti e dietro. E lì è rimasto, all’inizio del corso di Santa Croce.

Un inseguimento quasi da record. Che è iniziato poco dopo Santa Luce, dopo la segnalazione del furto ed è proseguito per la superstrada Firenze Pisa Livorno e ha visto impegnati, per competenza territoriale, i militari dell’Arma di tre compagnie: Volterra, Pontedera e San Miniato. Alla fine il ladro è stato fermato e portato in caserma a Santa Croce. Se non ci fossero state le fioriere avrebbe percorso il corso Mazzini a tutta velocità con seri rischi per tutti.

g.n.