Il Grand Hotel San Marco
Il Grand Hotel San Marco

Casciana Terme (Pisa), 18 aprile 2019 - Il grand Hotel San Marco tornerà in attività. Questa è davvero la volta buona. Almeno dovrebbe esserla. Finalmente una buona notizia per Casciana Terme e per la sua vocazione turistica che negli ultimi anni ha perso uno dopo l’altro i pezzi pregiati della sua tradizione ricettiva.

Dopo il fallimento del Grand Hotel San Marco, fallimento che aveva portato alla chiusura della lussuosa struttura nel novembre del 2011, anche l’Hotel Villa Margherita, l’albergo che ha vissuto la parte più nobile della storia della cittadina termale, fu costretto alla chiusura, sempre per fallimento, nel giugno del 2015.

E della perdita delle strutture più rappresentative ne ha risentito, eccome, l’intero sistema alberghiero cascianese, sempre più in sofferenza. La riapertura del Grand Hotel San Marco è dunque un segnale positivo, un segnale forte che va in controtendenza con quanto si è visto accadere in questi anni. I proprietari dell’hotel, la famiglia Zoccolillo, imprenditori edili che operano nella provincia di Caserta e hanno rilevato la struttura dal tribunale fallimentare alla fine del 2016, dopo aver provato a riportare in vita l’hotel in proprio, cercando di mantenere la struttura al medesimo livello raggiunto poco prima della sua chiusura e aver addirittura provato a portare al suo interno l’acqua termale, tentativi risultati tutti vani, hanno optato per la cessione in gestione del Grand Hotel.

L’accordo è stato raggiunto nelle scorse settimane con uappala hotel, società toscana che si occupa di numerose strutture turistiche in tutta italia. sotto la sua insegna in toscana operano il grand hotel palazzo a livorno, il regina del mare a calambrone e il mercure a viareggio, tanto per citarne alcuni. la riapertura definitiva del san marco è prevista per il prossimo mese di ottobre, l’ufficio tecnico del comune di casciana terme lari ha già ricevuto la comunicazione di avvio dei lavori di ristrutturazione. lavori che dovrebbero in sostanza riguardare il ripristino dell’intera struttura e in modo particolare il reintegro degli arredi, in parte ceduti dal curatore fallimentare, in parte devastati dai ladri nel corso dei numerosi furti del quale l’albergo è stato fatto oggetto.

Furti che si sono fermati solo in seguito alla installazione di un sistema di allarme e di videosorveglianza da parte della nuova proprietà. Il Grand Hotel San Marco, dotato di circa 80 camere, una piscina esterna, una sala convegni, una sala per cerimonie e un centro benessere con piscina all’interno, dovrebbe ripartire come hotel a quattro stelle, livello più adeguato al contesto nel quale si troverà ad operare.