È morto Giampiero Pistolesi. Ristoratore e poi volontario. Una colonna dei campi estivi

Socio dell’Azione Cattolica in trent’anni ha conosciuto, consolato e fatto ridere generazioni di ragazzi a Gavinana. Il ricordo dei figli. Nel 2002 fu promotore della Misericordia.

È morto Giampiero Pistolesi. Ristoratore e poi volontario. Una colonna dei campi estivi

È morto Giampiero Pistolesi. Ristoratore e poi volontario. Una colonna dei campi estivi

SAN MINIATO

Giampiero era instancabile nel voler conoscere, partecipare, dare una mano dove ce ne fosse bisogno. Giampiero sapeva stare con ragazzi e con gli anziani. Il regno di Giampiero Pistolesi (nella foto) – morto ieri mattina all’alba dopo una breve malattia – era la cucina. Da quella della casa dell’adolescente di Gavinana a quelle delle sagre che a La Serra e in Valdegola sono numerose. Ma i primi fornelli erano stati quelli del ristorante Fidelia (il nome della madre) che aveva gestito con il fratello Ivano. "E’ stato un uomo sveglio e intelligente, pur nella semplicità – il ricordo dei figli Roberta e Roberto – Il sorriso non gli è mai mancato, neanche negli ultimi giorni della sua vita. Padre presente e consigliere prezioso durante la nostra infanzia, autonomo e indipendente dopo la morte di nostra madre, se ne è andato in punta di piedi come era il suo modo di fare. Sarà tra le braccia di Dio di cui era un fervido credente".

Giampiero Pistolesi avrebbe compiuto 82 anni il 29 dicembre. Era socio dell’Azione Cattolica e da una trentina d’anni era una delle colonne dei campi estivi a Gavinana. In cucina, ma anche animatore e grande amico di tutti. Era lui che organizzava il campo per gli Adultissimi, in agosto. "Chi è passato da Gavinana in questi decenni – il ricordo dell’Azione Cattolica – non dimenticherà mai il suo sorriso, la sua generosità e la sua presenza gioiosa e accogliente. Una preghiera per lui, per la sua famiglia e anche per tutti noi, perché il bene che ci ha voluto ci sia di conforto e ci aiuti a ringraziare il Signore per averlo messo sul nostro cammino".

Nel 2002 Pistolesi è stato tra i promotori della nascita della Misericordia di La Serra, poi costituita nel 2004. Per diciannove anni è stato volontario e componente del magistrato e per un periodo vicegovernatore prima di lasciare il posto al figlio Roberto. Il magistrato e i volontari tutti partecipano al dolore dei familiari. Il funerale oggi alle 15,30 nella chiesa di San Domenico a San Miniato. Anche il sindaco di San Miniato, Simone Giglioli, ricorda Pistolesi e si unisce al cordoglio dei familiari.

gabriele nuti