Castelfranco, quasi duemila nuove luci e risparmio energetico

L'operazione è iniziata dalle frazioni Orentano, Villa Campanile, Chimenti e Galleno. Verranno sostituiti anche gli impianti semaforici

L'illuminazione pubblica a Castelfranco verrà sostituita

Studio Sally Villa Cortese - 10 domande al sindaco Alessandro Barlocco nella foto illuminazione pubblica foto Roberto Garavaglia - Studio Sally

Castelfranco di Sotto, 15 marzo 2017 - Operazione nuove luci. E risparmio energetico. I lavori iniziano oggi, merfcoledì 15 marzo, dalle frazioni di Orentano, Villa Campanile, Chimenti e Galleno. La seconda fase, quella più lunga e articolata, riguarderà il capoluogo Castelfranco, Sono 1.976 su 2.454 i punti luce che verranno sostituiti con impianti ad alta efficienza e risparmio energetico. Nuovi anche gli impianti semaforici e le luci di 14 edifici di proprietà comunale, con particolare attenzione alle scuole. I lavori si concluderanno entro la fine di giugno. Gli interventi sono realizzati da Toscana Energia Green a seguito di una gara bandita dal Comune e rientrano nella proposta di project financing che prevede un investimento complessivo di 900 mila euro. Dello stesso progetto fanno parte anche gli interventi che riguardano l’energia termica, volti a rendere più efficienti le caldaie all’interno degli edifici scolastici. I lavori di riqualificazione delle centrali termiche sono in fase di completamento. Importanti i benefici ambientali. Gli interventi permettono di ottenere un risparmio complessivo di energia termica pari a 32,82 tep-tonnellate equivalenti di petrolio, un risparmio di energia elettrica totale di 122,18 tep e una riduzione di emissioni inquinanti di CO2 in atmosfera pari a 398,66 tonnellate. In particolare, il risparmio energetico sarà del 44,80% di energia elettrica attualmente consumata per la pubblica illuminazione, del 12,60% di quella attualmente consumata per l’illuminazione degli edifici comunali e del 28,55% degli attuali consumi di gas metano utilizzato per il riscaldamento degli edifici interessati dalla proposta. “Le operazioni di installazione dei nuovi sistemi di illuminazione saranno fatte cercando di creare il minor disagio possibile alla cittadinanza - ha specificato il sindaco Gabriele Toti - Questi lavori cambieranno in modo consistente il nostro paese, rendendolo veramente all’avanguardia dal punto di vista dei consumi energetici. Gli interventi sui quali abbiamo investito significano un passo in avanti fondamentale nel nostro percorso di sostenibilità ambientale: portano a un risparmio economico ingente e ad un concreto beneficio per l’ambiente. Basti pensare che tutta la zona industriale sarà illuminata a LED, rispondendo ad una necessità di nuovi impianti, richiesti da tempo da parte della popolazione”. “Questa è la direzione verso la quale il nostro Comune sta camminando con convinzione e impegno, attraverso una serie di scelte e iniziative che condizionano la vita dei cittadini. Con i parchi giochi in plastica riciclata, con il rilancio del compostaggio domestico, ora con nuove luci e nuove caldaie, la quotidianità di ognuno è sia più piacevole che consapevole - ha commentato Federico Grossi, assessore all’ambiente - Strade meglio illuminate, scuole più calde d’inverno e refrigerate d’estate. Il tutto più green, grazie a un minor impatto sull’ambiente, un beneficio per tutti”.