Casa di comunità, via ai lavori. Un milione e mezzo di fondi Pnrr. La ristrutturazione in due step

Casani (direttrice Asl): "Ci scusiamo con la popolazione per i disagi. Così rafforziamo la sanità territoriale"

Casa di comunità, via ai lavori. Un milione e mezzo di fondi Pnrr. La ristrutturazione in due step

Casa di comunità, via ai lavori. Un milione e mezzo di fondi Pnrr. La ristrutturazione in due step

POMARANCE

Al via i lavori di ristrutturazione e riqualificazione della casa di comunità. Il progetto è finanziato con fondi Pnrr e con altri fondi statali per un importo complessivo di 1.344.719 euro. I lavori avverranno per fasi garantendo l’erogazione dei servizi e spostando, momentaneamente, le attività in altri locali. Nel primo step, della durata di 6 mesi, ecco la demolizione e ricostruzione della rampa di accesso nella parte di fabbricato occupato dall’ambulatorio odontoiatrico. A seguire verranno effettuati i lavori di manutenzione straordinaria dell’ambulatorio odontoiatrico e di tutti gli altri locali al piano terra. A partire dall’8 luglio l’ambulatorio odontoiatrico sarà trasferito temporaneamente al distretto di Larderello per tutta la durata dei lavori della prima fase. La seconda fase, per altri 6 mesi, interesserà il primo piano della casa di comunità per la realizzazione di nuovi servizi igienici nei vani scala, il nuovo locale e l’impianto di climatizzazione, garantendo la continuità del servizio attraverso la riorganizzazione delle attività sulla metà dei locali presenti al piano. Per quanto riguarda il consultorio sarà necessario spostare il servizio in un altro locale della struttura. La terza fase interesserà il piano terra lato medicheria. Pertanto dovranno essere spostati i servizi attualmente presenti, considerato che la guardia medica sarà attivata nei nuovi locali oggetto dei primi lavori. Questa fase interesserà anche la realizzazione del nuovo studio veterinario.

"Ci scusiamo con la popolazione per eventuali disagi – afferma la direttrice generale Asl Maria Letizia Casani - ma il progetto di riqualificazione della struttura contribuirà a rafforzare la sanità territoriale in tutto il territorio dell’Alta Valdicecina".