Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

Vaccini, a rilento la quarta dose E migliaia non hanno fatto il booster

Sono tredicimila gli over 80 che aspettano la nuova iniezione: coperto poco più dell’uno per cento. In attesa del primo richiamo ancora 34.390 pistoiesi. Negli ultimi venti giorni nessun "movimento"

Un’operatrice sanitaria durante la somministrazione del secondo booster ovvero della quarta dose (foto di repertorio)
Un’operatrice sanitaria durante la somministrazione del secondo booster ovvero della quarta dose (foto di repertorio)
Un’operatrice sanitaria durante la somministrazione del secondo booster ovvero della quarta dose (foto di repertorio)

Tredicimila over 80 in attesa del secondo booster anti-Covid, ovvero la quarta dose, con appena 178 ultraottantenni pistoiesi a copertura totale. Tradotto in percentuale, solo l’1,15% degli aventi diritto ha ricevuto l’iniezione. A questi va aggiunta tutta quella platea di candidati idonei al richiamo perché fragili, la cui consistenza non è però nota, poiché ogni singolo caso richiede una valutazione a cura degli specialisti che hanno in carico questi particolari pazienti. Dunque pur considerando tutti i "se" del caso – sono infatti esclusi dal richiamo coloro che hanno fatto la terza dose da meno di quattro mesi e coloro i quali abbiano contratto il Covid dopo la terza dose –, è evidente che questo ulteriore step vaccinale stia procedendo non senza ritardi. Che l’ingranaggio si sia inceppato a livello nazionale lo ha evidenziato senza mezzi termini anche il presidente della Fondazione Gimbe che segue e monitora da tempo l’andamento della pandemia, definendo la campagna vaccinale per la quarta dose un "flop clamoroso".

Guardando al dettaglio degli "80+" per la zona sanitaria pistoiese si vede che il ciclo a doppia dose è stato ultimato da 15.292 anziani (98,44%), mentre 1.920 di questi devono ancora ricevere la terza dose (86,08% i vaccinati con booster) e 13.194 attendono la quarta.

I numeri della Valdinievole non si allontanano granché dalla realtà provinciale "prima del Serravalle": 98,04% i vaccinati over 80 con due dosi, 84,76% quelli con tre dosi e 1,1% appena i vaccinati con quarta fiala (112 ultraottantenni in numero assoluto). E d’altra parte la media di area Toscana Centro – che raggruppa le provincie di Pistoia, Prato e Firenze, compresi Mugello e Empoli – risulta allineata con il dato di casa nostra, segnando quello stesso 1,1% di quarte dosi somministrate (1.548 vaccinati su 140.202 residenti di quell’età).

In totale, considerando anche la porzione dei fragili, a ricevere la quarta dose sono stati finora 746 pistoiesi, zona Valdinievole compresa. Altro nodo centrale della campagna resta quello delle terze dosi, le vere grandi assenti di questa fase pandemica, non più emergenziale ma certamente presente. Se è vero che il quasi azzeramento delle prime dosi è un dato fisiologico in presenza di percentuali di vaccinati già alte (oltre il 92%), resta da chiudere il cerchio dei vaccinati con doppia dose in attesa di booster, quantificabile in 34.390 over 12.

Numero che in venti giorni non si è spostato neppure di mille unità, a testimonianza di come in molti ormai ritengano evidentemente archiviato il Covid. I cittadini che hanno diritto alla quarta dose, ricordiamo, sono gli ultraottantenni, gli ospiti delle Rsa e le persone sopra i 60 anni con elevata fragilità, motivata da patologie concomitanti o preesistenti. Gli over 80 possono rivolgersi al proprio medico di fiducia, prenotare on line o in farmacia, opzione quest’ultima esclusa per gli over 60 fragili. l.m.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?