Un pomeriggio di poesia a villa La Magia

Domani l’incontro dedicato alle opere di Attilio Bertolucci. Letture di Lagazzi e accompagnamento con l’arpa per un’atmosfera zen

Un pomeriggio di poesia a villa La Magia

Un pomeriggio di poesia a villa La Magia

La poesia di Attilio Bertolucci sarà al centro del terzo dei cinque incontri "Passioni poetiche", la rassegna letteraria presso le scuderie di villa La Magia ( domani 21 ottobre alle 17), organizzata dal Comune di Quarrata e dalla sezione locale di Auser. A parlare del poeta emiliano sarà lo scrittore Paolo Lagazzi accompagnato dalle note musicali di Floraleda Sacchi all’arpa. Interverranno la curatrice della rassegna, Carla Beatrice Lomi, e per i saluti introduttivi il sindaco di Quarrata Gabriele Romiti e la presidente della sezione di Pistoia fidapa bpw Italy Mariarita Schivo. L’incontro, dal titolo "Attilio Bertolucci a Tokyo", sarà un originale viaggio in cui Lagazzi ripercorrerà i capitoli decisivi della storia del poeta di cui è stato amico, toccando i nodi più segreti e cruciali del mondo bertolucciano: la religiosità sui generis, il sentimento del sacro, l’incontro tra un bisogno primario di verità e un’acuta coscienza della vita come mistero. In particolare sarà approfondito però il rapporto tra la poetica di Bertolucci e la poesia giapponese e la cultura zen. Infatti Lagazzi, con l’aiuto della musicista e traduttrice giapponese Yasuko Matsumoto, aveva portato la poesia di Attilio Bertolucci in Giappone. Nel 2009 ventisei composizioni del poeta di Parma scelte da Lagazzi sono state tradotte in giapponese dalla signora Matsumoto e pubblicate in un volume contenente anche liriche di Mario Luzi. Subito dopo, è stata tradotta dalla signora Matsumoto, e pubblicata dalle edizioni Shicho-sha di Tokyo col titolo Luce di Parma - Paruma no hikari - , la lunga intervista fatta da Lagazzi a Bertolucci, apparsa per le edizioni Guanda nel 1997 in un volume intitolato "All’improvviso ricordando".

Ed è proprio partendo dalla constatazione che i lettori giapponesi hanno molto apprezzato l’opera di Bertolucci, che Lagazzi si è chiesto cosa ci sia in quest’opera di congeniale allo spirito giapponese. L’intervento di Floraleda Sacchi, artista talentuosa e innovativa, sarà quanto mai in sintonia con la poetica bertolucciana. Con la sua arpa porterà il pubblico in atmosfere di rara bellezza e purezza tipiche della cultura zen e più in generale della migliore musica e poesia giapponesi. Gli appuntamenti precedenti avevano avuto come tema centrale le opere di Emily Dickinson e Sandro Penna. Gli incontri di "Passioni poetiche" stanno riscuotendo attenta partecipazione e apprezzamenti positivi. Si tratta di incontri e riflessioni su alcuni protagonisti del nostro tempo che con la loro poetica hanno saputo interpretare le problematiche, le aspirazioni e in alcuni casi il malessere, della società moderna.

I prossimi incontri saranno dedicati a Maura Del Serra con letture di Monica Menchi e Ivano Battiston alla fisarmonica (11 novembre), e a Wislawa Szymborska (25 novembre), con Maria Grazia Calandrone e la musica di Ladislau Petru Horvart al violino. Gli incontri sono a ingresso libero, fino a esaurimento posti.

Daniela Gori