Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
20 giu 2022

Reddito di cittadinanza doppio e anche agli spacciatori, 50 denunciati a Pistoia

Complessa operazione della Guardia di finanza, emergono storie incredibili

20 giu 2022
Primo giorno per fare richiesta del reddito di cittadinanza presso l'ufficio postale centrale in via Alfieri, Torino, 6 marzo 2019.
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO
Richiesta del reddito di cittadinanza (Ansa)
Primo giorno per fare richiesta del reddito di cittadinanza presso l'ufficio postale centrale in via Alfieri, Torino, 6 marzo 2019.
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO
Richiesta del reddito di cittadinanza (Ansa)

Pistoia, 20 giugno 2022 - Cinquanta denunciati per aver percepito senza averne diritto il reddito di cittadinanza, in tutto 406mila euro che sono usciti dalle casse dello Stato per favorire furbi e furbetti di vario tipo. Con alcune storie allucinanti, come emerge dalla complessa indagine portata avanti dalla guardia di finanza.

Sono state oltre 3.300 le posizioni passate al setaccio, anche con l'aiuto di tecniche informatiche e di analisi, e quel che è emerso è uno scenario sconfortante. Per esempio c'è una famiglia che, sfruttando alcune criticità nelle procedure anagrafiche dei comuni di nascita e residenza, è riuscito ad ottenere due volte il reddito di cittadinanza per gli stessi soggetti.

Oppure il soggetto che, inducendo in errore il giudice attraverso una falsa dichiarazione, continuava a percepire il beneficio anche mentre era sottoposto a misure cautelari; c'è poi un gruppo criminale di persone, accomunate dal fatto di essere destinatarie della stessa ordinanza di custodia cautelare in materia di traffico di stupefacenti, risultate in gran parte titolari di reddito di cittadinanza. Ci sono due nuclei familiari, per un totale di 7 persone, che hanno percepito, nell’arco di tempo preso in considerazione, quasi 30.000 euro ciascuno; e ancora la persona sottoposta a misure cautelari per gravissimi reati connessi allo sfruttamento della prostituzione minorile e alla tratta e commercio di schiavi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?