Ragazzino rapinato in treno. Volevano l’oro: arrestati

Lo hanno seguito dalla stazione di Prato, poi gli hanno strappato la collana. Fermati dalla Polfer due ventenni albanesi: il gip dispone la custodia in carcere

I rapinatori sono stati individuati dalla Polfer, dopo che erano fuggiti

I rapinatori sono stati individuati dalla Polfer, dopo che erano fuggiti.

Pistoia, 3 marzo 2024 – Uno studente di sedici anni di Pistoia era stato brutalmente aggredito e rapinato sul treno Firenze-Pistoia, alcuni giorni fa. Ma grazie alle indagini della Polfer, i due presunti autori della rapina - due soggetti di origini albanesi residenti a Prato, 20 e 24 anni - sono stati identificati e arrestati. Determinante l’intervento di un agente della Polizia Ferroviaria che, libero dal servizio, ha riconosciuto i due uomini in via Valfonda, dando subito l’allarme ai colleghi. Secondo quanto ricostruito dalla Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Ferroviaria, l’episodio sarebbe avvenuto lo scorso 20 febbraio, quando, a bordo del treno regionale Firenze – Pistoia, un minorenne, sarebbe stato avvicinato da due malintenzionati, uno dei quali, improvvisamente, l’avrebbe colpito al volto per poi strappargli dal collo una collanina d’oro del valore di circa un migliaio di euro.

Secondo quanto emerso, nello specifico, i due indagati sarebbero saliti a bordo del treno nella Stazione di Prato Porta a Serraglio, avendo già individuato in precedenza, secondo una prima ipotesi, la potenziale vittima. Cioè l’adolescente.

A questo punto, nei circa tre/quattro minuti che intercorrono con la fermata di Prato Borgonovo (dove sarebbero successivamente scesi per far perdere le proprie tracce), i due sarebbero entrati in azione. A seguito di una serrata attività d’indagine da parte degli investigatori della Polfer anche attraverso la visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza, i poliziotti della Polfer sono riusciti a risalire all’identità degli autori del gesto.

Determinante , infatti, l’intervento di un agente della Polizia Ferroviaria che, mercoledì scorso, mentre transitava libero dal servizio nei pressi della stazione Santa Maria Novella, ha riconosciuto i due uomini in via Valfonda, dando subito l’allarme.

I due cittadini stranieri sono stati subito fermati e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nei giorni precedenti, infatti, a seguito delle indagini espletate dalla squadra di polizia giudiziaria della Polfer, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Firenze - su richiesta della procura - aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dei due albanesi accusati di rapina aggravata in concorso.

ste.bro.