Ragazza molestata la notte di Capodanno. Fermato un trentenne

La giovane ha chiesto aiuto alla pattuglia della polizia in servizio in piazza. Esplode un petardo: ragazzo ferito gravemente a una mano all’Abetone

Una Volante della questura in servizio in centro (Foto d’archivio)

Una Volante della questura in servizio in centro (Foto d’archivio)

Pistoia, 2 gennaio 2024 – La notte di Capodanno ha visto la mobilitazione delle forze dell’ordine in alcuni episodi e in particolare in piazza del Duomo, dove una giovane donna è stata molestata, e sulla Montagna Pistoiese, dove un ragazzo ha perso quattro dita di una mano nell’esplosione di un petardo.

La pattuglia della Polizia di Stato che era in servizio domenica notte in piazza del Duomo è intervenuta in aiuto di una ragazza che aveva subito le moleste attenzioni di un trentenne magrebino in stato di ubriachezza. L’uomo è stato identificato e condotto in questura dove è rimasto a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli eventuiali provvedimenti: denuncia in stato di libertà o arresto.

All’Abetone invece, pochi minuti dopo la mezzanotte, si è verificato un drammatico incidente dovuto ai botti. La vittima è un ragazzo di Livorno, di 21 anni,che era in vacanza all’Abetone. Lo scoppio è avvenuto mentre si trovava in via del Pescinone, vicino al municipio, ai mercatini e alla Casina di Babbo Natale. L’esplosione del petardo ha avuto un effetto devastante sulla mano che è stata subito rifasciata, poi il giovane ha chiesto aiuto ai volontari della Misericordia dell’Abetone che stavano presidiando la piazza. Sul posto l’automedica di San Marcello e di Pistoia e i carabinieri.

Dopo aver ricevuto i primi soccorsi, il ragazzo è stato trasferito all’ospedale San Jacopo di Pistoia per ricevere le cure del caso. Per permettere all’ambulanza di trasferire il ferito a Pistoia è stata attivata quella di Cutigliano che ha garantito la presenza sul territorio di un mezzo di soccorso, fino a quando è rientrata quella di Abetone.