Cyberbullismo (Newpress)
Cyberbullismo (Newpress)

Quarrata, 28 2019 - Le tematiche dei diritti, della cittadinanza responsabile e della lotta alle mafie raccontate e discusse con gli adulti di domani. Torna per il dodicesimo anno consecutivo il "Progetto legalità" promosso dal Comune di Quarrata e in collaborazione con i due istituti comprensivi cittadini che quest'anno coinvolgerà dodici classi e circa 300 studenti, proponendo loro due tematiche di estrema attualità, il cyberbullismo e la sfida ambientale. Il progetto prevede anche quest’anno vari appuntamenti lungo tutto l’anno scolastico. Le sei classi dell’istituto comprensivo Bonaccorso da Montemagno di Quarrata lavoreranno sul tema del cyberbullismo, mentre le sei classi del comprensivo Nannini di Vignole lavoreranno invece sulle tematiche ambientali, con un progetto dal titolo “ Non abbiamo un pianeta B”.

Il percorso di questo anno è appena iniziato (questa mattina) con la proiezione di due film al Teatro Nazionale, “Cyber Bully – Pettegolezzi on line” di Charles Binamé, del 2011, e il film-documentario sul riscaldamento globale “Una scomoda verità”, diretto nel 2006 da Davis Guggenheim, avente come protagonista l’ex vicepresidente degli USA Al Gore, che sarà proiettato invece lunedì 30 settembre alle 9.30. Il progetto proseguirà all’insegna dello sport, con la gara competitiva e la passeggiata ludico-motoria “In cammino per la legalità”, promossa dal Comune di Quarrata, in collaborazione con Podistica Quarrata e Banca Alta Toscana. L’iniziativa si svolgerà domenica 27 ottobre con ritrovo a Villa La Magia alle ore 7.30 e partenza alle 9. Tre i possibili percorsi: da 13,3 km, da 8 e da 4 km.

l Progetto Legalità tornerà all’interno delle scuole con una seconda tappa, divisa in due incontri: per quanto riguarda il tema del cyberbullismo, saranno invitati alcuni psicologi esperti della tematica; mentre per quanto concerne il tema dell’ambiente, gli studenti incontreranno alcuni rappresentanti di Legambiente, di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, e alcuni produttori di prodotti biologici. La terza tappa del progetto prevede un momento di restituzione da parte dei ragazzi: per il progetto sul cyberbullismo, sarà organizzato un incontro entro gennaio, presso il Polo Tecnologico, alla presenza dei genitori degli studenti; per il progetto sull’ambiente, l’incontro si svolgerà in primavera, con il coinvolgimento dei genitori, e prevederà l’organizzazione di una vera e propria “operazione di pulizia”, con raccolta dei rifiuti abbandonati in una porzione del territorio comunale. Come ogni anno, nell’ambito del progetto, è prevista anche un’occasione di riflessione sulla Giornata della Memoria, che quest’anno vedrà la testimonianza di un parente di una persona riconosciuta “Giusto tra le Nazioni” per aver sottratto alcune persone alle persecuzioni razziali fasciste, salvando loro la vita.