Premio Vallecorsi Ecco i nomi dei vincitori

Salgono sul podio della 64esima edizione Gianluca D’Agostino, Vittorio Pavoncello e Denise Diaz Montalvo. L’evento il 21 ottobre

Premio Vallecorsi Ecco i nomi dei vincitori
Premio Vallecorsi Ecco i nomi dei vincitori

Il Premio Vallecorsi per il teatro si avvia a conclusione di maratona e lo fa annunciando i nomi dei vincitori, con il podio della sessantesima edizione così composto: al primo posto "Da Est a Ovest" di Gianluca D’Agostino di Napoli, al secondo posto il copione "Porte che sbattono" di Vittorio Pavoncello di Roma e al terzo "Scintille" di Denise Diaz Montalvo di Pisa. Così si è espressa la giuria in ultima battuta esaminando gli ultimi dodici copioni rimasti, dopo un lavoro certosino che i ventidue giudici territoriali provenienti da tutta la Toscana avevano già effettuato valutando gli oltre cento lavori pervenuti al Comitato organizzatore del Vallecorsi. Una scrematura importante che ha consentito al regista Antonio Calenda, giudice monocratico della sessantesima edizione del Premio, di concentrare la propria attenzione al meglio sulla rosa dei dodici e poter così arrivare a sceglierne tre.

Non solo premi ‘ordinari’, ma anche premi speciali decisi per quattro protagonisti della scena teatrale contemporanea quali il regista, scenografo e costumista Pierluigi Pizzi, il fotografo teatrale d’arte Tommaso Le Pera, l’attore Mariano Rigillo e l’attrice Mariangela D’Abbraccio. Atto finale del Premio sarà la cerimonia di consegna dei riconoscimenti, in programma per sabato 21 ottobre (ore 17.30) nella Sala Maggiore di Palazzo Comunale. Alla festa, che vedrà protagonisti principalmente proprio i vincitori, si potranno ascoltare gli interventi del regista Antonio Calenda e del professor Giovanni Antonucci, autore delle motivazioni per i premi speciali e le letture dell’attrice e regista Monica Menchi. In apertura e chiusura di cerimonia gli interventi musicali dell’orchestra d’archi del Liceo Forteguerri diretta al professor Marco Corsini; ospiti gli amici del Premio del comitato cittadino rappresentante dei rioni. "Tanti altri sono i progetti dell’associazione, ai quali ci dedicheremo al meglio alla chiusura di questa sessantesima edizione – hanno detto il presidente dell’associazione Amici del Vallecorsi Moreno Fabbri e il segretario Luciano Bertini –, tra questi certamente uno dedicato ai ragazzi. Mentre sarà nel tardo inverno che si assisterà alla messa in scena del copione vincitore della scorsa edizione del Premio. Ci preme infine ringraziare la Fondazione Giorgio Tesi che si aggiunge al gruppo dei nostri sostenitori con Fondazione Caript e Comune di Pistoia, ai quali siamo grati per il supporto". Sarà, infine, in sede di premiazione il 21 ottobre che si terrà la presentazione del libro "Prospectus. Quale drammaturgia per il teatro europeo del XI secolo?" (Pagine, 2023) di Moreno Fabbri: "Qui sono raccolti ventisette interventi che riflettono sulla direzione che dovrebbe prendere la drammaturgia del ventunesimo secolo, sottolineando lo sguardo europeo. Tra questi contributi ce n’è uno che segnalo, di un pistoiese, quello di Filippo Bonacchi, un 25enne di belle speranze diplomato alla Civica scuola di teatro Paolo Grassi di Milano e poi trasferitosi a Parigi". Per info: www.premiovallecorsi.it.

l.m.