"Piccole Bellezze". Rigenerare gli spazi. Via degrado e abbandono. Nuova vita a tanti luoghi

Sono gli obiettivi del bando della Fondazione. Domande entro il 10 settembre. A disposizione è stato messo un budget complessivo di 200mila euro.

"Piccole Bellezze". Rigenerare gli spazi. Via degrado e abbandono. Nuova vita a tanti luoghi

"Piccole Bellezze". Rigenerare gli spazi. Via degrado e abbandono. Nuova vita a tanti luoghi

Ecco il nuovo bando Piccole Bellezze, con cui Fondazione Caript mette a disposizione un budget complessivo di 200mila euro. Quali le opportunità? Sono molte e importanti. Ad esempio: riqualificare spazi a uso pubblico (di proprietà pubblica o privata) che sono in stato di abbandono o comunque non adeguatamente fruibili e, allo stesso tempo, assicurarne la cura nel tempo, anche favorendo la realizzazione di iniziative sociali, culturali, ricreative o sportive. Al bando possono partecipare enti del Terzo Settore, enti privati senza scopo di lucro, enti ecclesiastici e religiosi e istituti scolastici che hanno sede legale oppure che operano in provincia di Pistoia, anche attraverso partnership. Possono concorrere anche enti pubblici territoriali della provincia di Pistoia ma esclusivamente in partenariato con qualcuno dei precedenti soggetti.

"Recuperare spazi per attività rivolte alle nostre comunità – sottolinea il presidente di Fondazione Caript Lorenzo Zogheri – significa investire per migliorare la vita delle persone. Con Piccole Bellezze questo obiettivo è perseguito accompagnando le realtà associative del territorio in progetti di rigenerazione urbana di cui siano realmente protagoniste. Si tratta, in sostanza, di rendere più vivibili luoghi di utilizzo collettivo favorendo percorsi di cittadinanza attiva". Per ciascun progetto – viene sottolineato – il contributo della Fondazione potrà coprire sino al 70% delle spese per un importo massimo di 50mila euro. Per speciali motivazioni, anche legate alla qualità delle proposte, il finanziamento concesso potrà coprire sino al 100% dei costi preventivati, comunque per un importo massimo sempre non superiore a 50mila euro.

Le regole. Aree verdi o altri spazi cui sono oggetto dei progetti di riqualificazione devono essere già esistenti e ubicati in provincia di Pistoia. I contributi potranno essere utilizzati anche per giochi, arredi, illuminazione, nuova vegetazione, installazioni artistiche, fontane e attrezzature ludico-sportive. La cura e la gestione degli spazi recuperati deve essere assicurata per almeno quattro anni.

Gli istituti scolastici possono, anche associandosi, concorrere al bando con progetti che riguardano sia spazi di loro pertinenza sia “adottandone” di esterni, purché sempre destinati al pubblico, che intendono migliorare. Questo nuovo bando è un ulteriore tappa di un percorso che ha mostrato significativi risultati. Lo dicono i numeri. Dal 2021 con Piccole Bellezze la Fondazione ha sostenuto 19 progetti, investendovi 602.460 euro. Tra questi sono il progetto di recupero dell’ex caserma dei Vigili del Fuoco vicina al liceo Forteguerri di Pistoia, la riqualificazione del giardino pubblico di Traversagna nel comune di Massa e Cozzile e il recupero del giardino Puccini nel centro storico di Pistoia. Le domande per partecipare al nuovo bando – conclude la nota – devono essere presentate entro il 10 settembre attraverso il sito fondazionecaript.it, sezione "Bandi e modulistica" dove sono presenti anche tutti i dettagli e le informazioni necessarie per partecipare.