Fioccano i saldi in centro. Ieri è stato il primo giorno di un’insolita stagione dei ribassi, che ha preso il via con agosto. Difficile interpretare il bilancio: pesano l’emergenza Covid, i pochi turisti e la città che si svuota per le ferie. Secondo l’indagine di Federazione Moda Italia Confcommercio, ci...

Fioccano i saldi in centro. Ieri è stato il primo giorno di un’insolita stagione dei ribassi, che ha preso il via con agosto. Difficile interpretare il bilancio: pesano l’emergenza Covid, i pochi turisti e la città che si svuota per le ferie.

Secondo l’indagine di Federazione Moda Italia Confcommercio, ci sarà un calo del 40 per cento di spesa media rispetto allo scorso anno (si spenderanno circa 58 euro a persona). Anche se per tirare le somme ci sarà bisogno di attendere, il primo giorno si chiude in positivo.

"Non mi posso lamentare – dice Tony De Angelis dal suo negozio in via Degli Orafi – sia per l’inizio dei saldi che per la ripresa post lockdown. Saldi di agosto? Aspettiamo per sapere come andrà". Fa eco Diani Perez di My Loft: "C’è stata una risposta positiva da parte della clientela, con un via vai continuo fin dalle prime ore di sconti". "Saldi d’agosto? Vedremo, ma sono positiva – dice Luisa Grassini di Shabby Chic –. Stamattina (ieri, ndr) avevo la fila fuori". Positiva anche Vincenza Marcello di Divaribelle: "Sono fiduciosa nel recupero: i clienti mi sono stati vicini. E in caso di saldi ’flop’, sarà colpa della situazione economica: c’è chi evita di comprare l’oggetto non necessario".

"Per andare incontro alle clienti, faremo tutto a metà prezzo – spiega Veronica Barbani di Ninà –. La scelta del mese di agosto è critica: c’è poca gente in città". "Cosa si compra con i saldi? Soprattutto vestiti – dicono i clienti Letizia Fedi e Giulio Tommasi –. Faremo un giro per i negozi per cercare occasioni come ogni anno".

B.B.