Nei parchi, nelle città, sul lavoro. Locatelli promette un nuovo bando: "Superare le barriere architettoniche"

Paolo Zangrillo, ministro della Pubblica istruzione, ha parlato ai tanti giovani presenti impegnati in politica "Siete il futuro. Ritengo necessario, anzi prioritario, confrontarsi con chi governa i nostri territori" .

Nei parchi, nelle città, sul lavoro. Locatelli promette un nuovo bando: "Superare le barriere architettoniche"
Nei parchi, nelle città, sul lavoro. Locatelli promette un nuovo bando: "Superare le barriere architettoniche"

MONTECATINI TERME

"Il bando per favorire l’assunzione di persone con disabilità è rimasto troppo poco sulla Gazzetta Ufficiale. Anche per il prossimo anno, vogliamo tornare a proporre questa misura che ritiene essenziale per concretizzare i diritti delle persone".

Alessandra Locatelli, ministro delle disabilità, è arrivata piena di entusiasmo, ieri mattina, al Teatro Verdi, per partecipare alla seconda giornata della tredicesima assemblea nazionale di Anci Giovani. Da lei è arrivata subito una notizia positiva sul tema dell’inclusione, un argomento delicato che spazia su vari settori della vita quotidiana. Gli amministratori locali, quelli più giovani in particolare, sono chiamati a contribuire alla riuscita di questo lavoro.

"L’accessibilità – ha ricordato Locatelli – è senza dubbio anche il diritto per le persone con disabilità di trovare strutture adeguate ai loro problemi quando fanno turismo, vuol dire garantire la possibilità di giocare nei parchi pubblici a tutti i bambini, garantire l’utilizzo di un’abitazione , e molti altri aspetti. Noi abbiamo pensato a una misura specifica in ambito lavorativo. Forse, quest’anno il provvedimento è stato troppo poco sulla Gazzetta Ufficiale. Per questo lo pubblicheremo anche il prossimo anno".

Il ministro Locatelli ha fatto un appello ai giovani amministratori dell’Anci, affinché puntino sempre di più ad aprire la loro mente nell’affrontare tutte le problematiche legate all’inclusione. "La tecnologia e l’innovazione – ha ricordato – sono gli strumenti essenziali per superare tutti i problemi legati alle barriere architettoniche delle nostre realtà. Abbiamo i bandi delle città della cultura e dello sport, e a breve uscirà una misura legata al turismo. Io non sono tanto per le ricette già scritte: servono le capacità e le esperienze di tutti".

Paolo Zangrillo, ministro della Pubblica amministrazione, è rimasto molto colpito da vedere così tanti volti giovani tra il pubblico presente nelle sale del Teatro Verdi. "Stiamo lavorando per rendere la pubblica amministrazione un impegno attrattivo per chi ha meno di quarant’anni – ha sottolineato – e non posso che essere contento davanti a così tanti Under 36 che hanno scelto di impegnarsi facendo il sindaco, l’amministratore o il consigliere comunale. Sono attività che richiedono grande impegno e sacrificio personale". Zangrillo ha ricordato la necessità dell’attaccamento e dell’orgoglio alla maglia per chi lavora nel pubblico impiego.

"Credo che sia un dovere di tutti quelli che sono occupati in questo ambito – ha ribadito con forza – pensate ogni giorno che sono al servizio del proprio paese e farlo nel miglior modo possibile".

Il ministro, in circa un anno e mezzo di attività, si è dedicato molto a garantire la possibilità di poter svolgere un’adeguata attività di aggiornamento per chi lavora nelle pubbliche amministrazioni. "Grazie al portale Syllabus – ha ricordato – al quale hanno già aderito diverse realtà, ogni dipendente può svolgere almeno ventiquattrore l’anno di formazione. Un altro impegno importante per il nostro dicastero è il potenziamento della digitalizzazione, garantendo una semplificazione amministrativa sempre maggiore".

Daniele Bernardini