La rivoluzione gentile del giardino. Francesco Mati: "Luogo da vivere"

Oggi al Toscana Fair la presentazione del suo nuovo libro, presentato in anteprima al salone di Torino

La rivoluzione gentile del giardino. Francesco Mati: "Luogo da vivere"

La rivoluzione gentile del giardino. Francesco Mati: "Luogo da vivere"

Valorizzare il tempo, ovvero – lo dice la parola – "dare valore", recuperarne il senso. Può accadere anche a partire dall’angolo verde di casa, sia esso identificato nel giardino o in un qualsiasi balcone occupato dal verde: si abbandoni l’idea di perfezione, si accetti anche l’azione del tempo e delle stagioni e si ragioni in un’ottica di sostenibilità, perché il giardino torni a essere quel che un tempo era, un luogo ‘casual’ e per questo più vivibile, più favorevole a creare un clima emotivo-sentimentale di familiarità e agio. Punto d’osservazione privilegiato in questo senso lo vive Francesco Mati ed è proprio da lì che nasce "Il giardino sostenibile-La rivoluzione gentile del giardino contemporaneo" (MdS Editore, 2024), libro che, lontano dalla volontà di candidarsi a manuale, nasce come somma di riflessioni, in un invito all’equilibrio. Che non equivale a dire ‘perfezione’. "L’input è arrivato anche dalle tante lezioni tenute all’Accademia Italiana del Giardino a proposito di composizioni dei giardini, in tema di sostenibilità e cambiamenti climatici. Ma – spiega Mati – è anche il risultato di un percorso evolutivo e di riflessione su quel che facciamo. Ogni tanto occorre salire sulla scala e vedere come da lassù risultano le cose, se anche da là appaiono giuste come ci erano apparse. Mi sono reso conto allora che per molti anni, e per molte persone, il giardino era diventato un po’ come il salotto buono, un luogo da mostrare e non da vivere. Una foglia gialla o un ‘intruso’ verde spuntato inaspettatamente sul prato non possono essere motivi di preoccupazione, bensì risultato del corso naturale delle cose. Io credo che oggi si possa permettersi di pensare a un cammino che contempli finalmente giardini attivi, vivibili e sostenibili".

Presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino, ora il volume torna a casa, al ristorante Toscana Fair (via Bonellina 46, Pistoia) dove sarà presentato oggi, giovedì 4 luglio, alle ore 18, in dialogo con Fabio della Tommasina (MdS editore) e con la caporedattrice di intoscana.it Simona Bellocci. ‘Testa’ del gruppo Mati 1909 assieme ai fratelli Andrea e Paolo, Francesco non è nuovo all’esperienza letteraria: nel 2017 ha pubblicato "Il giardinista" seguito nel 2022 da "Linn e il segreto dell’erbario alchemico". Dopo la presentazione di oggi sarà offerto un aperitivo (info: 342.8110640). Chi lo desidera potrà acquistare e farsi firmare una copia del libro (disponibile anche alla Libreria Cino a Pistoia e sul sito dell’editore).

linda meoni