Il prefetto Gerlando Iorio (Acerboni/FotoCastellani)
Il prefetto Gerlando Iorio (Acerboni/FotoCastellani)

Pistoia, 13 aprile 2021 - Dodici tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici stoccati illegalmente. È quanto sequestrato nella giornata di oggi dai nuclei ambientali delle polizie locali di Lamporecchio-Larciano e Montecatini Terme e dalla Polizia provinciale, un risultato importante che conferma l’efficacia dell’accordo siglato tra Comuni (Marliana, Sambuca Pistoiese, Serravalle Pistoiese, Montecatini Terme, Monsummano Terme, Pistoia e Pescia) e prefetto il 24 febbraio scorso proprio allo scopo di agire congiuntamente in materia di sicurezza stradale e di contrasto delle violazioni ambientali. Nell’operazione di sequestro – a costo zero per la cittadinanza e le rispettive amministrazioni - sono stati utilizzati i dati raccolti sul nuovo sistema di georeferenziazione appositamente studiato e realizzato per l’accordo.

“Questo primo risultato – si legge nella nota della Provincia di Pistoia – è stato raggiunto in primis grazie all’accordo sottoscritto fra Comuni e Prefetto. Va sottolineato, infatti, come proprio grazie all’impegno degli enti aderenti e alla loro chiara ed inequivocabile vocazione alla difesa dei propri territori da queste vere e proprie aggressioni al patrimonio ambientale, sia stato possibile modulare sistemi di mappatura elettronica, compartecipare apparati tecnologici e risorse umane, incrementando e migliorando il grado di presenza sul territorio delle pattuglie della Polizia Locale a favore di un maggiore e, soprattutto, migliore impiego del personale stesso al servizio della cittadinanza”.