Insieme per star bene. La foresta accoglie tutti. Con l’autismo e con la Sla

Eccezionale escursione nei boschi dell’Acquerino a cui hanno partecipato persone con diversi tipi di fragilità. La giornata è stata organizzata dall’associazione 4Passi.one .

Insieme per star bene. La foresta accoglie tutti. Con l’autismo e con la Sla

Insieme per star bene. La foresta accoglie tutti. Con l’autismo e con la Sla

La foresta come strumento di benessere e di inclusione. Questo il senso della giornata di "Green-care in foresta" che si è svolta nei boschi dell’Acquerino con la partecipazione di famiglie con figli autistici e di persone con diversi tipi di fragilità. Ha preso parte alla giornata anche un giovane con Sla seguito dall’Auser di Montale che ha potuto muoversi utilizzando una K-bike, cioè una speciale sedia con ruote da fuoristrada. La giornata è stata organizzata dall’impresa sociale 4Passi.one nell’ambito di un più ampio progetto sponsorizzato da Publiacqua e ha visto la partecipazione attiva di diverse associazioni di Pistoia, Montale, Prato e Firenze.

L’idea di fondo, espressa dall’espressione "green-care", è che il verde delle foreste faccia star bene le persone perché la natura e l’uomo sono interconnessi e si trasmettono a vicenda il loro benessere. La giornata all’Acquerino prevedeva diverse esperienze a vari livelli di difficoltà: un percorso trekking di sette chilometri adatto a chi fosse in grado di fare escursioni camminando per alcune ore e affrontando delle salite, una "passeggiata immersiva", adatta alle famiglie con bambini dai quattro anni in su, nella faggeta dell’Acquerino con visita al sito medievale di Glozano, che fa parte dell’Itinerario della Pietra dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese e infine, come terza possibilità, un’esperienza naturalistica e ornitologica alla scoperta dei suoni del bosco. La mattinata si è conclusa con un pranzo di condivisione al Cea (Centro di educazione ambientale di Acquerino).

I partecipanti sono stati entusiasti e soprattutto è stato emozionante percepire immediatamente i benefici psicologici dell’esperienza vissuta e il notevole contributo alla capacità e alla gioia di stare insieme. "Siamo molto soddisfatti della riuscita di questa iniziativa – dice la presidente di 4Passi.one impresa sociale Isabella Ballati – è stato il momento conclusivo di un progetto che si è sviluppato, con il sostegno di Publiacqua, con diverse escursioni".

Alla giornata "Green-care in foresta" hanno partecipato queste associazioni: Libero Accesso di Firenze che ha fornito al K-bike, poi Orizzonte Autismo, Un treno per Lorenzo, l’associazione Il Sole di Pistoia, l’Auser di Montale, l’Humanitas di Prato, l’associazione La Giostra, la Polisportiva Baol di Carmignano. L’iniziativa ha avuto la collaborazione di Legambiente, di Fody ecosocial Fabrics e il patrocinio dell’Unione dei Comuni Montani dell’Appennino Pistoiese.

Giacomo Bini