Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Fratoianni: "Qui campo largo impossibile"

Il segretario nazionale di Sinistra Italiana in città per appoggiare il candidato Branchetti. "Valuteremo accordi in caso di ballottaggio"

Il deputato Nicola Fratoianni insieme al candidato sindaco Francesco Branchetti
Il deputato Nicola Fratoianni insieme al candidato sindaco Francesco Branchetti
Il deputato Nicola Fratoianni insieme al candidato sindaco Francesco Branchetti

"Qui a Pistoia non ci sono state le condizioni per realizzare un accordo di campo largo, come invece abbiamo realizzato in moltissime città del Paese, ad esmepio Palermo, Genova o Verona per citarne solo alcune. Ci sono altre realtà, come appunto Pistoia dove abbiamo scelto soluzioni diverse, non siamo gli unici ad averlo fatto, perché non sempre è possibile costruire la coalizione pià ampia possibile, che pure è auspicato". Lo ha detto il segretario nazionale e deputato di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, intervenedo ieri sera al circolo Arci di Ponte alle Tavole a Pistoia ad un incontro pubblico a sostegno del candidato sindaco del polo progressista ed ecologista Francesco Branchetti.

"Sulla base dell’evoluzione del dibattito e della campagna elettorale, che mi auguro sia importante – ha aggiunto – valuteremo e valuteranno se (nel caso di ballottaggio, ndr) fare o meno un accordo". Passando al tema del momento, la guerra in Ucraina, Fratoianni ha detto che "Europa e Italia non stanno svolgendo il loro ruolo in modo efficace. Continuiamo a inviare armi su armi, sempre più letali e pesanti, mentre quello che non facciamo è costruire un’iniziativa diplomatica e politica in grado di far cessare la voce delle armi e costruire le condizioni per una pace duratura".

Branchetti, dal canto suo, si è detto soddisfatto del percorso comune avviato a Pistoia fra progressisti e ecologisti: "Essere riusciti a costruire un percorso comune tra partiti e civismo, all’insegna di un’idea condivisa della politica come servizio per la città, è un aspetto fondamentale della nostra proposta per Pistoia – ha spiegato – Tutte le volte che il campo progressista ha saputo unire l’impegno delle forze politiche e quello delle energie civiche del territorio, che animano il tessuto dell’associazionismo, del volontariato, della cultura, si sono ottenuti i risultati più significativi".

"La città – ha aggiunto Branchetti – merita una credibile proposta civica, progressista, ecologista, che metta al centro la cura dei beni comuni, che dica no a nuovo consumo di suolo, che promuova un’agricoltura e un vivaismo sostenibili. Per questo faccio appello a tutte le forze democratiche e progressiste della città per partecipare a questo progetto e costruire insieme il cambiamento di cui c’è bisogno".

Patrizio Ceccarelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?