Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Elezioni, Nigi punta sul decoro e il turismo

Presentazione ufficiale del candidato della coalizione del centrodestra: "La gente deve vivere la città grazie ad attrattive e sicurezza"

Stefano Nigi, candidato sindaco,. ieri mattina in piazza Risorgimento
Stefano Nigi, candidato sindaco,. ieri mattina in piazza Risorgimento
Stefano Nigi, candidato sindaco,. ieri mattina in piazza Risorgimento

Presentato ufficialmente alla cittadinanza ieri mattina, in piazza Risorgimento, Stefano Nigi, candidato sindaco della coalizione del centrodestra per le prossime elezioni amministrative a Quarrata. Nigi, 60 anni, originario di Limite sull’Arno e quarratino d’adozione, è il capogruppo uscente in Consiglio comunale per il suo partito, Lega Salvini. Dal 2015, quando è andato in congedo dopo aver trascorso 37 anni nell’Arma dei Carabinieri, si è tesserato per far parte della Lega e impegnarsi politicamente. "Ringrazio gli alleati Fratelli d’Italia e Forza Italia per sostenermi in questa che sarà una bella campagna elettorale, in cui noi rappresentiamo il cambiamento" ha dichiarato durante la presentazione il candidato sindaco, anticipando poi gli aspetti salienti del suo programma elettorale: "Occorre trovare il modo perché la gente viva la città, valorizzandola e creando attrattive e sicurezza. Tra i punti fondamentali della mia idea di come governare Quarrata c’è incentivare il decoro, migliorare le strade, anche nelle frazioni collinari, e di conseguenza creare stimoli per le attività economiche e per attirare il turismo. Non si devono più vedere i cigli delle strade invasi dalle erbacce e via Montalbano trasformata in “ghost town“", ha detto Nigi, ricordando poi Casa di Zela e villa La Magia come luoghi di richiamo d’eccellenza, che però a suo parere non sono sufficientemente sfruttati.

"Bisogna creare tante occasioni per richiamare la gente in città come eventi, fiere e altre iniziative, anche migliorando il sistema di trasporti pubblici".

A sostenere il candidato sindaco ieri erano presenti anche il senatore Manuel Vescovi, la consigliera regionale Luciana Bartolini, la coordinatrice provinciale Sonia Pira (Lega Salvini), Anna Bruna Geri (commissario provinciale di Forza Italia) e i tre coordinatori comunali Giancarlo Noci (Lega) Ennio Canigiani (Fratelli d’Italia) e Francesca Favi (Forza Italia).

"Decidiamoci a puntare sul cambiamento per una visione diversa. Siamo quello che votiamo – ha esortato gli elettori Vescovi – la gente attraverso il voto determina una visione della città: possiamo cambiare questa visione". Sempre sull’importanza del cambiamento rispetto al centrosinistra che per anni ha governato la città si sono espressi gli altri sostenitori di Nigi: "Crediamo che per portare rinnovamento a Quarrata sia necessario presentarsi in coalizione – hanno voluto sottolineare Francesca Favi, Anna Bruna Geri e Sonia Pira – dunque condividiamo il programma e appoggiamo il candidato della Lega, anche per la sua concretezza e preparazione. Diamo ai quarratini la possibilità dell’alternanza, invece della rassegnazione". Sul timore che Quarrata si ritrovi a essere declassata a città dormitorio e l’urgenza di portare stimoli per una città più vivace si è espresso invece Giancarlo Noci. "Con questa coalizione vogliamo fare la differenza – ha osservato Canigiani –, Quarrata ha un grande passato e un futuro incerto, perché a nostro avviso non è stata governata con spirito imprenditoriale, ma puntando più sull’assistenzialismo che sui grandi progetti. Se la città ci darà fiducia ci impegneremo per un cambiamento di rotta".

Daniela Gori

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?