Alice Benvenuti
Alice Benvenuti

Pistoia, 7 marzo 2018 - Morire a 19 anni. Strappata alla famiglia, agli amici, a una gioventù ancora tutta da vivere, proprio quando sembrava di aver sconfitto quella terribile malattia che l’aveva messa alla prova, donandole però anche tanta forza e voglia di combattere. Alice Benvenuti non ce l’ha fatta. Alla fine si è dovuta arrendere. Studentessa del liceo scientifico Vallisneri di Lucca e atleta nel Nottolini Volley, ex giocatrice della Upv di Borgo a Buggiano, molto conosciuta anche per il suo impegno nel sociale, ieri mattina si è spenta all’ospedale fiorentino Meyer. «Chi ti perde oggi, ti rimpiange domani», aveva scritto sulla sue pagine Facebook.

Il dolore  è immenso, tra i tantissimi amici, compagni di scuola e di sport, la famiglia, la mamma Lucia, il papà Mario. Persino Tiziano Ferro le aveva dedicato un bellissimo messaggio video che Alice aveva pubblicato sul web. «Alice – dice nel video il cantante – volevo mandarti un bacio. Purtroppo non sei venuta al concerto, perchè so che non stai benissimo. Ti aspetto e intanto ti mando un grandissimo abbraccio». Felice, commossa, aveva commentato: «Dico solo grazie, #unicograndeamore». Meno di un anno fa, sembrava giunta la fine di un incubo, reagiva bene alle cure.

Tutti la vogliono ricordare così, allegra, spensierata, magari mentre tifa accalorata la sua squadra del cuore, la Fiorentina. O mentre si prepara per una serata con le amiche. Mentre si spende per lanciare iniziative di solidarietà per l’ospedale pediatrico Meyer. «Parlano di te, che sei fragile, ma cammini a testa alta senza chiedere», aveva postato sulla pagina social. Fragile e forte. I funerali oggi nella chiesa di San Frediano a Lucca.