Valorizzare le ricchezze di piazza del Duomo: il progetto del Comune

Una serie di attività formative, visite guidate e convegni saranno sovvenzionati dai fondi del Ministero della Cultura

Piazza del Duomo
Piazza del Duomo

Pisa, 12 febbraio 2024 – Valorizzare il sito patrimonio mondiale di piazza del Duomo, attraverso la diffusione della sua conoscenza e l’acquisizione di una maggiore consapevolezza del suo valore. E’ questo l’obiettivo del progetto denominato “Supporto all'engagement della comunità e degli operatori: la formazione al Patrimonio Mondiale”, sul quale il Comune di Pisa, in qualità di soggetto referente del sito di piazza del Duomo, si è aggiudicato un finanziamento di 100mila euro da parte del Ministero della Cultura a valere sulla L. 77/2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella lista del patrimonio mondiale, posti sotto la tutela dell'UNESCO”. Risorse a cui si aggiungono 12mila euro di finanziamento comunale per un valore complessivo di 112mila euro.

“Il progetto – dichiara l’assessore al turismo Paolo Pesciatini – riprende una delle azioni previste all’interno del Piano di gestione Unesco approvato nel 2021 e prevede la realizzazione di una serie di interventi formativi rivolti a diverse categorie di persone come residenti, studenti, insegnanti, pendolari, lavoratori e operatori turistici e commerciali, che quotidianamente vivono la città e che hanno un ruolo, diretto o indiretto, nella tutela e nella promozione del valore universale di piazza del Duomo, sito Unesco dal 1987. Per ognuno di questi “target” sono previsti strumenti e processi differenziati: alcuni sono interventi destinati agli operatori culturali e turistici locali che mirano a migliorare gli aspetti che riguardano la gestione e la fruizione del sito, altri sono interventi finalizzati ad accrescere il senso di appartenenza della comunità attraverso percorsi formativi, visite guidate e convegni. Il progetto durerà complessivamente 18 mesi e le prime attività partiranno già in primavera”.

Nello specifico sono 4 le linee di azione previste dal progetto. La prima riguarda la “Progettazione e realizzazione di interventi di formazione generica sui temi del Patrimonio Mondiale”. Questa azione prevede l’organizzazione di due convegni: il primo sulla “World Heritage List” con focus sulla Convenzione per la Protezione del Patrimonio Mondiale culturale e naturale, opportunità e criticità nella gestione dei siti; il secondo sul tema della “Salvaguardia integrata per la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale.

La seconda linea di azione prevede la “Progettazione e realizzazione di interventi di formazione rivolta a insegnanti e studenti delle scuole primarie”. Questa azione prevede l’organizzazione di un percorso formativo rivolto ad insegnanti e studenti delle scuole primarie dedicato alla valorizzazione del patrimonio culturale e alla promozione della sua conoscenza finalizzata ad una sua migliore e consapevole fruizione. Prevede inoltre la realizzazione e la stampa di una guida informativo/didattica, anche questa rivolta ai bambini delle scuole primarie.

La terza linea di azione prevede attività formative rivolte alla comunità (residenti, lavoratori, studenti, pendolari per motivi di vario genere etc.). Questa azione intende coinvolgere la comunità nella valorizzazione del sito di piazza Duomo e del patrimonio culturale per far accrescere il senso di appartenenza e responsabilità verso la propria città, attraverso l’organizzazione di un ciclo di 100 visite guidate gratuite per promuovere e valorizzare il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico di Pisa.

L’ultima linea di azione, infine, riguarda la progettazione e realizzazione di interventi formativi che insistano a vari livelli sulla formazione degli operatori culturali e turistici locali pubblici e privati, attori chiave per la valorizzazione di piazza Duomo, con l’organizzazione di 4 giornate formative in cui verranno trattati argomenti strategici legati alla gestione del sito Unesco.