Quotidiano Nazionale logo
25 mag 2021

"Tiroide sorvegliata speciale in gravidanza"

Oggi la "Giornata mondiale" dedicata a questa importante ghiandola. Il professor Bogazzi: "Così il monitoraggio e gli esami da fare"

Il professor Fausto Bogazzi del Dipartimento di Medicina Clinica e sperimentale
Il professor Fausto Bogazzi del Dipartimento di Medicina Clinica e sperimentale
Il professor Fausto Bogazzi del Dipartimento di Medicina Clinica e sperimentale

Si celebra oggi la Giornata Mondiale della Tiroide. Uno degli aspetti più indagati e sui quali gli specialisti puntano i riflettori, soprattutto in termini di prevenzione. è quello del rapporto tra iodio, ormoni tiroidei e gravidanza. Ne parliamo con il profesor Fausto Bogazzi, associato di endocrinologia al Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Pisa. "La tiroide – spiega lo studioso – è una ghiandola a forma di farfalla posizionata nel collo. La tiroide produce degli ormoni, gli ormoni tiroidei, T4 e T3, che attraverso il sangue arrivano in tutto il corpo. Gli ormoni tiroidei regolano il consumo di energia dell’organismo e permettono a tutti gli organi, incluso il cervello e il cuore di lavorare in maniera regolare". Come produce gli ormoni T4 e T3 la tiroide? "La tiroide produce gli ormoni utilizzando lo iodio; il nostro organismo non è in grado di produrre iodio, per cui, questo elemento deve essere assunto con la dieta di cui è parte integrante. Alcuni alimenti contengono un contenuto maggiore di altri (ad esempio, ricchi di iodio sono il latte e i derivati del latte, le uova, il pesce, lo yogurt, la soia, alcuni complessi multivitaminici). Se lo iodio è insufficiente può verificarsi un aumento di volume della tiroide (gozzo) che, nel corso degli anni può diventare di notevoli dimensioni e con noduli e, talora, richiedere l’intervento chirurgico. Quando la mancanza di iodio è molto grave, la tiroide non riesce a produrre una quantità adeguata di ormoni (ipotiroidismo)". Lo iodio è l’elemento strategico dunque. "Nel corso degli ultimi 80 anni è stato fatto un notevole sforzo per eliminare la carenza di iodio nel mondo ed infatti questo è stato ed è uno dei principali obiettivi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. L’uso del sale iodato ha rappresentato ed ancora rappresenta il mezzo principale per contrastare la carenza di iodio nel ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?