CronacaSettimana Mazzei, momento clou Ecco il console generale Usa Apertura straordinaria della casa

Settimana Mazzei, momento clou Ecco il console generale Usa Apertura straordinaria della casa

Domani l’americana Ragini Gupta sarà ricevuta dal sindaco e visiterà il giardino del medico-filosofo. Domenica pranzo sociale (già sold out) con tante autorità e personaggi del mondo dell’economia.

Settimana Mazzei, momento clou  Ecco il console generale Usa  Apertura straordinaria della casa
Settimana Mazzei, momento clou Ecco il console generale Usa Apertura straordinaria della casa

Entra nel clou la Mazzei Week che si celebra in Toscana ogni anno dal 2016. Domani sarà la giornata del ricordo della morte di Filippo Mazzei con una serie di iniziative tra il cimitero suburbano e l’ippodromo di San Rossore dove si terrà il pranzo sociale ormai sold out tra autorità personaggi del mondo dell’economia delle professioni e dell’Università, ma anche soci e amici del circolo Filippo Mazei, che da gennaio ha tasferito la sua sede alla Villa di Corliano.

Ma oggi è il giorno dell’apertura al pubblico della casa di Mazzei in via Giordano Bruno 39 (dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19) e della visita della console generale degli Stati Uniti a Firenze e delegata per Toscana, Emilia Romagna e San Marino, Ragini Gupta, già presente per due anni agli eventi del 19 marzo: quest’anno visiterà la dimora storica e l’abitazione pisana dove ha vissuto per 24 anni il medico, filosofo e saggista italiano, l’illuminista ritenuto uno dei padri della Dichiarazione d’indipendenza americana.

A mezzogiorno la console sarà ricevuta dal sindaco, Michele e Conti, e dalla consigliera provinciale, Cristina Bibolotti e visiterà il giardino dove Mazzei sperimentava la crescita delle piantagioni di sementi speditegli dall’amico di una vita Thomas Jefferson rendicontandone per posta le evoluzioni, ma anche le camere e i salotti che hanno ospitato diplomatici e personaggi pubblici europei.

"La Mazzei Week è un momento importante per il nostro circolo - osserva il presidente, Massimo Balzi - che culmina con la vista della console statunitense perché è un’occasione per ricordare gli stretti rapporti che legano la Toscana agli Stati Uniti e l’amicizia atlantica che vedono il nostro Paese e gli Usa uniti nella lotta a difesa dei valori democratici e liberali nel mondo. Filippo Mazzei, fu amico, consigliere e ispiratore politico di Jefferson, terzo presidente Usa, che alla sua morte lo ricordò così: ‘era un vero patriota e non dubito che ciò che ha scritto di sé nei tempi rivoluzionari trascorsi tra noi ci fornisce grande materiale di memoria storica’". La figura storica di Mazzei è riemersa alla fine del XX secolo grazie all’infittirsi degli studi accademici in occasione del bicentenario della rivoluzione americana, fino a essere onorato in occasione del 250o anniversario della sua nascita nel 1980 con un’emissione filatelica congiunta speciale delle poste italiane e statunitensi.