Politica, una passione di famiglia: "Il mio bisnonno era un partigiano"

Ilaria Boggi (Lega) tra i papabili candidati del centrodestra per le amministrative: "Ripartire dalle frazioni"

Politica, una passione di famiglia: "Il mio bisnonno era un partigiano"

Ilaria Boggi, 29 anni e consigliera comunale a San Giuliano. nelle fila della Lega, è uno dei nomi in paese tra i papabili candidati del centrodestra per le amministrative

di Enrico Mattia Del Punta

Voce ferma e un sorriso istintivo, Ilaria Boggi, 29 anni e consigliera comunale a San Giuliano Terme nelle fila della Lega, è uno dei nomi che gira in paese tra i papabili candidati del centrodestra alla corsa per le amministrative.

Ilaria Boggi, lei è la più giovane consigliera comunale di San Giuliano, da dove è cominciato il suo percorso politico?

"Nasce da lontano, quando sono stata eletta rappresentata di classe e continua all’università come rappresentante degli studenti. Da allora sono stata eletta a 24 anni nel consiglio comunale dove ho anche ricoperto il ruolo di capogruppo della Lega. Sono stata candidata anche alle elezioni regionali ottenendo 2557 preferenze, mentre nel 2021 ho gestito le elezioni a Santa Luce".

Qual è il rapporto tra giovani e politica?

"C’è tanta delusione, nel mondo politico conta più che quello che viene fatto passare attraverso una buona comunicazione. La politica ha un legame intrinseco con il potere, e tra fare la cosa giusta e fare la cosa conveniente spesso si sceglie la seconda. Non solo nei ruoli istituzionali, ma questo avviene anche in generale nei partiti".

E’ stata eletta delegata federale della Lega, un successo personale?

"La Lega è il partito a cui devo tutto, mi ha permesso di crescere umanamente e politicamente. Sarò chiamata a eleggere il segretario nazionale. Il mio voto sarà per Salvini, una persona che stimo profondamente".

Durante il suo intervento in occasione della revoca alla cittadinanza onoraria a Mussolini ha ricevuto tanti applausi dai membri dell’Anpi presenti alla seduta.

"Per me è stata una grande soddisfazione, mi sento molto vicina a queste battaglie. Il mio bisnonno era un partigiano e sono cresciuta con i racconti delle sue gesta. I principii di libertà e uguaglianza devono essere sempre un punto d’incontro tra tutti i cittadini. La memoria non deve essere solo una bella chiacchierata, ma deve essere praticata tutti i giorni".

Di che sindaco ha bisogno San Giuliano?

"Che sia vicino alle persone. Sono cresciuta ad Asciano e so molto bene che il comune è composto da frazioni molto diverse fra loro, mi piacerebbe un sindaco in grado di fare sempre la cosa giusta".

Il centrosinistra punterà sulla continuità?

"Ognuno di noi non può essere la brutta copia di qualcun altro".

Mentre il centrodestra?

"Ci sono tanti nomi sul piatto".