La corsa-camminata in città: "Per scoprire Pisa all’alba"

Ecco la ‘Virtual 5.30’, un evento a impatto zero per promuovere il benessere nei giorni lavorativi. Oltre 100 iscritti per il percorso che si snoda nel centro storico. Appuntamento domani.

La corsa-camminata in città: "Per scoprire Pisa all’alba"

La corsa-camminata in città: "Per scoprire Pisa all’alba"

Ancora non è iniziata ed è già boom di persone che vogliono partecipare alla prima Virtual 5.30, corsa-camminata per le vie del centro storico di Pisa organizzata dall’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario (DSU). Oltre 100 persone fra studenti universitari, dipendenti dell’ente e cittadini hanno chiesto di prendere parte alla corsa-camminata non competitiva di poco più di 5 chilometri (precisamente 5.30, da qui il nome dell’iniziativa) che si svolgerà domani per le strade del centro di Pisa con partenza appunto alle 5:30 del mattino. Il percorso sarà in gran parte pedonale lungo le mura storiche della città con inizio dalla mensa universitaria Cammeo toccando le sedi simbolo dei servizi del DSU Toscana come la residenza universitaria Nettuno, gli ufficio amministrativi in piazza dei Cavalieri, la residenza universitaria Fascetti, la mensa Martiri e con arrivo al punto di partenza alla mensa Cammeo, dove i partecipanti troveranno un ristoro di frutta fresca di stagione.

Un evento sostenibile a impatto zero che si lega al progetto Run 5.30 che si svolge da quasi venti anni in diverse città italiane per promuovere il benessere delle persone durante i giorni lavorativi attraverso il movimento, il cibo, la cultura, l’arte e l’esperienza, nei luoghi dove vivono e lavorano. Un messaggio che il DSU Toscana sta portando avanti da tempo attraverso il servizio ristorazione, dove sono stati avviati innovativi processi di produzione ed erogazione dei pasti con tecniche altamente sostenibili.

Ai partecipanti regolarmente iscritti verrà consegnato il kit con pettorale e maglietta celebrativa dell’evento. Inoltre gli studenti provenienti da altre città toscane verranno ospitati gratuitamente, su richiesta, dall’Azienda DSU Toscana in una residenza universitaria per la notte dell’11 luglio. Gli organizzatori hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa replicandola sul territorio pisano ed aprendola non solo agli studenti universitari ma anche a tutta la cittadinanza. Un’opportunità per vedere la città da una prospettiva insolita alle prime luci dell’alba in un’atmosfera unica per iniziare insieme la giornata con un po’ di movimento e sensibilizzare sulla mobilità pedonale ecocompatibile e salutare.