Fuga, sangue e rabbia alla Stazione. Si schianta nel bus mentre scappa

Se la dà a gambe alla vista della pattuglia dei carabinieri e si scontra contro il parabrezza dell’autobus. Il grave incidente provoca la rivolta sotto i loggiati. Il comitato di quartiere: "Sarà un’estate difficile".

Fuga, sangue e rabbia alla Stazione. Si schianta nel bus mentre scappa

Fuga, sangue e rabbia alla Stazione. Si schianta nel bus mentre scappa

Vede una pattuglia dei carabinieri e, nella fuga, viene investito da un autobus. Momenti di tensione tra un gruppo di stranieri e i carabinieri che pattugliavano la stazione. L’incidente è avvenuto ieri sera intorno alle 20.20 nei pressi della stazione ferroviaria di Pisa Centrale. L’uomo, infatti, dalle prime ricostruzioni sembrerebbe essersi dato alla fuga alla vista dei carabinieri, che in questi giorni, all’interno dell’operazione "Alto impatto", hanno intensificato i controlli nella zona della stazione. È a quel punto che, alla vista dei militari, durante la fuga in bicicletta, l’uomo è stato investito da un autobus che passava in quel momento. "Il ragazzo investito sembrava in un primo momento fosse morto" racconta Alberto Bozzi, vicepresidente del comitato di quartiere Le Stazioni, arrivato sul posto poco dopo l’accaduto. "Le forze dell’ordine stavano effettuando dei controlli quando alcuni ragazzi sono scappati. Durante la fuga, hanno attraversato la strada e uno di loro è stato investito da un autobus. Parte di questo gruppo è poi andato in via Puccini, dove hanno iniziato a offendere una signora affacciata sul terrazzo. Ero con la mia compagna e ho cercato di difenderla".

Il ferito, invece, è stato soccorso in codice rosso dalla Misericordia di Pisa e portato al all’ospedale di Cisanello, l’uomo presentava all’arrivo dei soccorsi una fuoriuscita di sangue dall’orecchio dovuta da trauma cranico, mentre non si conoscono le sue condizioni di salute nel momento in cui scriviamo. Il gruppo di persone, pensando che l’uomo in bicicletta, riversato sull’asfalto in una pozza di sangue fosse deceduto sul posto, ha iniziato così a inveire contro i carabinieri, come testimoniano anche alcuni video che girano su internet.

"La situazione è complessa e richiede un intervento serio - aggiunge Bozzi, lanciando un allarme -, temo che quest’estate sarà anche peggiore rispetto a quella di due anni fa". Dello stesso avviso è anche Sandra Capuzzi, presidente del comitato di quartiere: "Lo dicono i numeri – spiega -, con l’estate e l’aumento dei turisti, la zona della stazione vedrà un aumento di casi di violenza. Ci sono sempre più persone che frequentano quest’area, e si creano così condizioni di scontro maggiori, che favoriscono la criminalità".

L’allarme riguarda gli episodi di violenza che si verificano anche a seguito degli scontri tra bande di spaccio: " È un bene quanto fatto con l’ordinanza di divieto di somministrazione degli alcolici voluti dal sindaco di Pisa - aggiungono sia Capuzzi che Bozzi -, ma è sotto gli occhi di tutti che questi divieti non vengono rispettati".

Enrico Mattia Del Punta