Cavallo da corsa dopato: due denunce

I Carabinieri del Nas di Livorno hanno denunciato a Pisa il proprietario e l'allenatore di un cavallo da corsa per aver somministrato una sostanza vietata, risultata positiva al controllo antidoping. L'indagine sulle frodi nelle competizioni ippiche continua.

I Carabinieri del Nas di Livorno, nell’ambito di un’intensa attività d’indagine disposta dal Ministero per le politiche agricole su tutto il territorio nazionale connessa al contrasto di frodi in competizioni ippiche, hanno denunciato a Pisa il proprietario e l’allenatore di un cavallo da corsa.

I due, in corncorso tra loro sono accusati di aver detenuto e somministrato all’animale, che è risultato positivo al controllo antidoping, una sostanza vietata, proprio al fine di incrementare le capacità agonistiche dell’animale stesso e renderlo in questo modo piiù performante.

I controlli del Nas di Livorno su questo fronte proseguiranno anche nelle prossime settimane.