Biennale di architettura. Ieri il taglio del nastro

La V edizione dedicata alla Città condivisa e ai nuovi equilibri sociali. Incontri, convegni e letture.

Biennale di architettura. Ieri il taglio del nastro

Biennale di architettura. Ieri il taglio del nastro

Al via la V edizione della Biennale di Architettura di Pisa, con una cerimonia di inaugurazione, con le autorità ed aperta a tutta la cittadinanza, ieri agli Arsenali Repubblicani.

"La città condivisa: l’architettura come strumento per nuovi equilibri sociali" è il focus e il filo conduttore della V Biennale di Architettura di Pisa - ideata e organizzata dall’Associazione LP – Laboratorio Permanente per la città - che si svolge in vari luoghi cittadini proponendo incontri, convegni, letture ed esposizioni fino al 29 ottobre.

Il titolo di questa edizione della Biennale è ‘La Città condivisa. L’architettura per un nuovo equilibrio sociale; il tema, dunque, è l’architettura intesa quale strumento per costruire e vivere nuovi equilibri sociali. I curatori della Biennale, Massimo Del Seppia (coordinatore), Pietro Berti, Silvia Lucchesini e Fabrizio Sainati, si pongono l’obiettivo di individuare alcune direttrici di ricerca impostate sul ruolo fondamentale dell’architettura ai fini del riequilibrio sociale, offrendo una possibilità di confronto tra esperienze realizzate e visioni future con l’obiettivo di contribuire all’elaborazione di nuovi modelli in grado di cogliere le trasformazioni in atto.