La richiesta degli Angeli: "Vogliamo legittimazione"

L’associazione: "Senza ammettere la nostra opera non garantiamo più nulla"

La richiesta degli Angeli: "Vogliamo legittimazione"

La richiesta degli Angeli: "Vogliamo legittimazione"

Un appello al sindaco che verrà arriva dall’associazione ’Angeli del Bello Montecatini Terme’. Un lungo post che di fatto è una lettera aperta alla prossima amministrazine comunale. "Nelle scorse settimane – ha scritto Cinzia Silvestri, presidente degli Angeli – abbiamo ascoltato i candidati che ce lo hanno chiesto, con discrezione e senza passerelle, perché è compito di una associazione che opera sul territorio confrontarsi con chi intende amministrare. Il prevedibile ballottaggio ci invita tuttavia a fare un appello ufficiale ai due candidati, Luca Baroncini e Claudio Del Rosso, un documento approvato dal nostro direttivo, il quale è variegato anche nelle scelte politiche. Abbiamo finora interloquito con due giunte, dall’atto di costituzione del nostro ente e non ci vuole molto per capire che le amministrazioni che si sono succedute avrebbero potuto fare di più, non solo e non tanto per gli Angeli del Bello, quanto per la città e in particolare per il Tettuccio che noi amorevolmente curiamo ormai in maniera pressoché esclusiva, investendo risorse umane ed economiche. Siamo grati a Helga Bracali, Alessandra De Paola, Francesca Greco e Federica Rastelli (in ordine alfabetico) per averci sostenuto. Sul resto è più elegante a nostro avviso soprassedere".

"Non entriamo nel merito delle scelte elettorali – prosegue il post –. Noi abbiamo proseguito il nostro percorso che non è stato quello di assecondare le scelte politiche del tale o tal altro amministratore, ma di sostenere e tutelare lo stabilimento Tettuccio che si trova in notevole degrado. Siamo a chiedere ai candidati Baroncini e Del Rosso la legittimazione del nostro operato, che si può avere soltanto con atti scritti e non con apprezzamenti verbali. Tutti ci dicono che siamo indispensabili, qualcuno pensa che siamo netturbini a sostegno del gestore dei rifiuti e forse per questo si illude che possiamo essere sostituibili, ma per esserlo occorrono tempo, competenza, denaro, impegno, entusiasmo. Abbiamo già una convenzione con il tribunale di Pistoia, una convenzione con il Comune, purtroppo scaduta, una convenzione con le Terme di Montecatini limitata. Noi alla città, al Tettuccio, abbiamo dato tanto e non abbiamo mai presentato il conto, senza legittimazione tuttavia non possiamo più garantire nulla, è giunto il momento di prenderne atto".