Idra con "ROI – Io non sono me". Un viaggio nel futuro distopico

Idra con "ROI – Io non sono me". Un viaggio nel futuro distopico
Idra con "ROI – Io non sono me". Un viaggio nel futuro distopico

In un futuro distopico, forse non troppo lontano, gli uomini lavorano per il bene della Compagnia che garantisce per loro sempre il meglio. Al di fuori di essa, solo freddo, pericoli e le Iene, pericolosi dissidenti in eterno scontro con L’Ente che garantisce sicurezza, istruzione, informazione e salute. Questo scenario fa da sfondo alla vita grigia di un impiegato della Compagnia che vive e lavora nella sua stanza e che ha per amico solamente un pupazzo. Il sopraggiungere di un nuovo incarico, cambierà le carte in tavola, stravolgendo la sua vita. Se l’Uomo improvvisamente dovesse trovarsi ad un bivio, da che parte si schiererebbe? È questo "ROI – io non sono me" l’ultimo lavoro del progetto Idra, che andrà in scena domani alle 21 al teatro Ives Montand di Monsummano. L’opera è il risultato di un lavoro di studio, a carattere sociale, realizzato da ex allievi, divenuti ormai attori, della scuola di recitazione dell’Associazione Progetto Idra Aps che ha da poco compiuto venti anni di attività. "Lo spettacolo denuncia – fa sapere il fondatore del progetto Marino Arrigoni – prende spunto dal degrado in cui va sempre più delineandosi la nostra società; tende a sottolineare quanto l’uomo sia artefice del proprio futuro e come sia anche facile preda dei condizionamenti, non solo dei media, ma di quelli della propria mente soggiogata dall’ego. Non tutto è come sembra". Il testo, grottesco e drammatico con tinte da thrilling psicologico, è stato scritto da Francesco Ercolani che è anche il protagonista in scena. L’opera è diretta da Marino Filippo Arrigoni che farà anche un cameo sul finale. Gli altri attori che saliranno sul palco sono Valeria Billi, Genni Ferri, Fabio Luporini. Arianna Fisicaro