GIOVANNA LA PORTA
Cronaca

"Addio piccolo angelo". Una folla nella chiesa per salutare Adriano

Almeno un centinaio le persone presenti al funerale a Margine Coperta Il bimbo, 8 anni, è morto per una malattia. Le maestre: "Ti teniamo nel cuore"

Funerale Adriano Gabriel Ramos Credo a Margine Coperta

Funerale Adriano Gabriel Ramos Credo a Margine Coperta

Massa e Cozzile, 16 giugno 2024 – Palloncini bianchi lanciati verso il cielo dai compagni di classe di Adriano all’uscita della chiesa di Santa Rita. Ieri pomeriggio Margine Coperta si è stretta intorno ai genitori e al fratellino del bambino morto di una malattia a soli 8 anni: Adriano ha lasciato nella disperazione gli amici, le maestre, il personale Ata e la preside dell’istituto Pasquini Rachele Pirozzi. Il piccolo frequentava la classe seconda della scuola primaria Amicizia, uno dei fiori all’occhiello del comprensivo Pasquini di Massa e Cozzile. Una comunità vecchio stampo, fatta di valori e sentimenti saldi e profondi. Una vera famiglia, distrutta per la scomparsa di un bimbo strappato alla sua famiglia da un destino crudele.

Al funerale erano presenti un centinaio di persone. Dal pulpito, a fine cerimonia, ha parlato la sua maestra per esprimere a nome della comunità il dolore per la scomparsa del piccolo. Il sindaco Marzia Niccoli, visibilmente scossa, ha abbracciato forte i genitori di Adriano. "Uno strazio - ha detto - una tragedia inaccettabile. Non ci sono parole. Il loro dolore è anche il mio.

Sono vicina alla scuola, alle docenti, ai compagni, alla preside". Il fratellino più piccolo, a settembre arriverà alla scuola dell’Amicizia per frequentare la prima elementare nell’anno scolastico 2024/25. Le maestre hanno scritto e dedicato ad Adriano una poesia, pubblicata sulla pagina Facebook e sul sito: "Non possiamo tenerti per mano e allora ti teniamo nel cuore ed è lì che sei e sarai presenza eterna, ed è quello il posto più bello che abbiamo. Ci diranno che non possiamo toccarti, vero, ma nel cuore noi ti sentiamo.

Ci diranno che non possiamo vederti, vero, ma gli occhi ricoprono le distanze e nel cuore non c’è distanza. Ci diranno che non possiamo udire la tua voce, vero, ma noi ti ascoltiamo e in noi fai rumore! Ci diranno che non possiamo parlarti, vero, ma a cosa servono le parole? Tu ci fai battere il cuore! E se il cuore è l’organo della vita, anche se noi non ti teniamo per mano, non ti vediamo e non ti parliamo, facciamo molto di più, ti teniamo nel cuore. Noi ti teniamo nella nostra vita. In ricordo di Adriano le tue maestre, i tuoi compagni di classe e tutta la comunità scolastica dell’Istituto Pasquini".

Tanti i commenti commossi sui social. "Adriano, vola in alto, piccolo angelo e veglia sulla tua famiglia". Qualcuno lo definisce "l’angioletto della scuola dell’Amicizia". C’è chi lancia "carezze fin lassù". Adriano mancherà a tutti e rimarrà per sempre nel cuore dell’intero comprensivo Pasquini.

Giovanna La Porta