Derby, conto alla rovescia. I precedenti dicono Fabo

Bilancio 9-4 a favore degli Herons, ma attenzione alla voglia di rivalsa della Gema

Derby, conto alla rovescia. I precedenti dicono Fabo

Matej Radunic, centro della Fabo

Il tredicesimo capitolo della saga cestistica tutta montecatinese si avvicina a grandi passi. Domenica 24 marzo alle 18, a poco più di due anni dal primo derby baskettaro della storia di Montecatini Terme (giocato il 16 marzo 2022) sarà ancora Gema contro Herons, una rivalità che continuamente viene data sul punto di estinguersi ma che riesce sempre ad autoalimentarsi.

Il lignaggio della stracittadina non è quello del 3 dicembre scorso, quando si affrontavano prima contro seconda in classifica, ma non ci va poi così lontano: Livorno ormai sembra aver messo la freccia, con la Pielle inarrestabile al comando del Girone A di Serie B Nazionale e la Libertas (a pari punti con la Fabo ma con una partita in meno e lo scontro diretto da giocare al PalaMacchia) ad inseguire affannosamente. Montecatini però è lì, con le sue due rappresentanti al terzo e quarto posto della graduatoria e una coppa fresca di conquista da sventolare. Avendo mancato per un soffio la qualificazione alle final four di Coppa Italia Gema ha potuto sfruttare appieno la sosta del campionato per prepararsi al meglio all’appuntamento coi cugini: una situazione analoga a quella che si verificò nel febbraio del 2023 ma a parti invertite, con la Fabo costretta a star ferma due settimane per il rinvio causa indisponibilità del PalaTerme della gara contro Piombino, che in calendario precedeva il derby. Finì con una delle sconfitte più ampie subite dai leoni nella storia della rivalità termale (64-82), seconda solo all’89-70 con cui gli Herons si imposero in gara 2 di finale di Serie C Gold. In casa Gema l’auspicio è che stavolta l’andamento del confronto sia meno a senso unico, un po’ come è successo nella partita di andata, in cui il distacco fra le due squadre non è mai andato oltre i 3 possessi pieni.

Sulla sponda Herons è approdato nuovamente quel Matej Radunic che fu uno dei maggiori fautori di quell’89-70 rifilato dagli aironi ai cugini nel match giocato a San Miniato, e che torna a giocare un derby di Montecatini per la prima volta dall’11 giugno 2022. Il totem croato due anni fa fu ad un passo dal vestire il rossoblù targato Gema, salvo poi optare per i rivali cittadini, con i quali ha riallacciato il legame ad inizio anno. Con il centro di Pola in squadra la Fabo si è dimostrata comunque non immune da scivoloni (già 3 i ko dal 20 gennaio ad oggi) ma fuori casa non ha mai perso nel 2024. Gema proverà ad interrompere l’imbattibilità in trasferta dei rivali cittadini e a migliorare il proprio record negli scontri diretti: gli Herons infatti conducono 9-4 e sono reduci da 4 affermazioni consecutive.

Filippo Palazzoni