Freddo in pianura, più caldo in montagna. L’inversione termica ribalta le regole: cos’è

Lo abbiamo chiesto agli esperti del consorzio Lamma

Freddo in pianura e temperature più alte in montagna, l'effetto dell'inversione termica (foto iStock)
Freddo in pianura e temperature più alte in montagna, l'effetto dell'inversione termica (foto iStock)

Firenze, 1 febbraio 2024 – Nubi basse, freddo in pianura, alta concentrazione di sostanze inquinanti nell’aria. Queste giornate, meteorologicamente parlando, sono all’insegna dell’inversione termica. Ma di cosa si tratta nello specifico? Abbiamo rivolto la domanda agli esperti, i meteorologi del consorzio Lamma.

Inversione termica, cosa è

Accade prevalentemente in inverno, quando c’è un’area di alta pressione centrata sul Mediterraneo. In assenza di vento, e con cielo generalmente sereno, si ha un accumulo di aria fredda nei bassi strati, dato che è più pesante della calda.

Insomma, l’inversione termica si verifica quando uno strato d'aria calda si sovrappone a uno strato d'aria fredda. Questo in contrasto con la normale diminuzione di temperatura che avviene con l'altitudine. Di solito, l'aria in atmosfera si raffredda man mano che ci si allontana dalla superficie terrestre, calando di circa un grado ogni 150 metri. Ma in assenza di vento, quindi senza rimescolamento dell’aria, ecco che le ‘regole’ si ribaltano.

In quota temperature più alte

Facciamo un esempio concreto. Nella mattina di oggi ad Anghiari (Arezzo) ci sono - 2 gradi, mentre a Camaldoli + 4. Ieri mattina a Firenze il termometro segnava + 1. Alla Consuma c’erano invece 2 gradi, mentre in condizioni normali avrebbero dovuto esserci 6-7 gradi in meno.

Lo smog

Purtroppo, una persistente condizione di inversione termica porta ad un accumulo in basso di sostanze inquinanti. E facilita anche la formazione di nebbie.

Quando finisce

Già da domani, 2 febbraio, entrerà un flusso di correnti più orientali che porterà ad un po’ di rimescolamento dell’aria. Pertanto, sabato e domenica non avremo più questa nuvolosità bassa e l’inversione termica dovrebbe cessare. Sabato tornerà il sole ed avremo anche massime di 13-15 gradi. Domenica, invece, il cielo si presenterà parzialmente nuvoloso. Le massime resteranno sopra la media, intorno agli 11-13 gradi. Insomma, temperature molto miti per il periodo.

Quando la pioggia

Avremo qualche debole precipitazione nelle zone settentrionali della regione da martedì. Per la pioggia più abbondante dobbiamo forse attendere il fine settimana dell’11-12 febbraio.